Skip to content

Taranto Oggi. Una Ricerca Empirica per un Progetto D'Intervento

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Pace
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Cosimo Laneve
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

Nel corso degli ultimi anni si è assistito, e assistiamo tuttora, a rapidi e profondi mutamenti sociali in gran parte dovuti alla crisi economica che continua a manifestarsi in tutta la sua drammaticità sull'intero Continente: pensiamo ad esempio al sempre crescente numero di suicidi tra comuni cittadini e piccoli imprenditori.
L’attuale crisi economica viene spesso paragonata alla grande recessione del 1929, ma questa volta intervengono ulteriori fattori sconosciuti in passato: minacce ecologiche senza precedenti, livelli di povertà mondiale inediti, inarrestabili sviluppi scientifici e tecnologici e, infine, il declino dei sistemi morali e politici in grado, un tempo, di garantire una certa coesione sociale.
Dunque, dalla crisi economica alla crisi di valori il passo è breve: Z. Bauman parla di società “liquido-moderna”, ovvero, le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure.
Partendo da tali considerazioni di carattere generale ho voluto nel mio lavoro “tastare il polso” all'attuale situazione socio-culturale e valoriale della città di Taranto, al fine di poter tratteggiare un profilo provvisorio della città e avanzare delle proposte di intervento in ambito educativo.
Per far ciò ho elaborato un questionario di ricerca che vede coinvolti un numero totale di 200 cittadini, di cui 50 di età compresa tra i 9 e 11 anni e 150 di età compresa dai 12 anni in su. Alla ricerca hanno inoltre partecipato 3 scuole elementari presenti in vari quartieri della città: il rione Tamburi, il quartiere Paolo VI e la circoscrizione S.Vito-Talsano-Lama. In realtà la ricerca avrebbe dovuto estendersi in più scuole, ma non tutte hanno mostrato la medesima disponibilità.
Nello specifico il questionario di ricerca è suddiviso in 2 parti: la prima è formata da 6 domande a risposta multipla riguardanti tematiche cruciali per il territorio tarantino come il mare, la cultura, l’industria, i giovani e la politica; mentre nella seconda parte sono elencati 15 valori (come ad esempio la famiglia, il lavoro, la fede, ecc.) a cui ogni intervistato potrà indicarne un massimo di cinque, cioè quelli che risultano essere punti di riferimento nella vita di ognuno.
Ovviamente il questionario di ricerca è il frutto di un’indagine campione precedentemente svolta tra cittadini e bambini.
I risultati della ricerca meriterebbero di essere analizzati punto per punto ma visti i tempi ristretti mi limiterò a riportate quelli più rilevanti: La famiglia si presenta come valore assoluto sia per adulti che per bambini, in linea con i valori di riferimento del Sud; mentre, la fede religiosa occupa una posizione del tutto marginale, facendo di Taranto una “anomalia” del Mezzogiorno; il lavoro viene prima della salute e, valori come la solidarietà e l’altruismo sono molto lontani dall'essere considerati veri punti di riferimento, confermando i risultati di precedenti ricerche effettuate in passato sul territorio tarantino.
Il mare è risultato essere uno dei punti più importanti da cui ripartire e far ripartire Taranto, il mare non più visto come minaccia ma al contrario come possibilità di sviluppo e di crescita.
Ecco allora che per avanzare delle proposte d’intervento educativo è necessario partire dagli elementi caratteristici del territorio, ovvero una contestualizzazione della pratica educativa: non sarebbe azzardato considerare il mare come fondamento ontologico dell’educazione tarantina; la famiglia, vista la sua importanza, dovrebbe assumere un ruolo di maggiore spessore nella vita formativa di ogni educando; e infine la classe politica dovrebbe sostenere e aiutare le scuole e le Università presenti sul territorio a divenire uno strumento efficiente al servizio di una nuova Taranto, soprattutto ampliando le ambizioni lavorative di ogni ragazzo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Negli ultimi anni si è assistito, e si assiste tuttora, a profondi mutamenti sociali, economici, politici, tecnologici, che, data la rapidità con cui essi avvengono, difficilmente riescono ad essere del tutto assimilati dalla gente che finisce per vivere una sorta di smarrimento sociale. Scrive Z. Bauman: «Una società può essere definita liquido-moderna se le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure» (Bauman, 2005, p.VII). Esserci lasciati coinvolgere da una società in evoluzione, perché sempre più tecnologica e quindi più complessa, ma anche più contraddittoria, e dove il profitto e il consumo sembrano valori dominanti, ci ha portato a perdere contatto con una più intima e segreta coscienza depositaria di preziosi valori. La mancanza, in maniera considerevole e forse irreversibile, di rispetto verso i valori, ha generato l‟eclissi del senso, con il sopraggiungere della tendenza ad adattarsi in maniera acritica ai vari messaggi veicolatici e a non reagire alle inaccettabili leggi del consumo e del profitto (Gemma, 2011, p.277). Sul piano economico, la crisi internazionale iniziata nel 2007 nella sola area degli USA e manifestatasi in tutta la sua gravità a partire dal 2008 a livello internazionale continua a non risolversi, abbattendosi pesantemente sui Paesi dell‟Eurozona, tra cui l‟Italia, la Grecia, la Spagna, il Portogallo e Cipro; la politica a sua volta non riesce più ad essere credibile, concretamente propositiva, mostrandosi unita nel superare le difficoltà del Paese e dei cittadini; la tecnologia continua ad avanzare a passi da gigante, spesso utilizziamo macchinari tecnologici solo per moda e non per utilità, veicolando contenuti asettici privi di criticità. Dunque vi è la necessità da parte dei cittadini di adeguarsi rapidamente ai cambiamenti, di cercare o riscoprire i valori a cui fare riferimento. Quale ruolo ricoprono oggi gli istituti che da sempre hanno il compito di trasmettere il sapere, i valori in cui credere, come la Scuola e l‟Università? Partendo da queste premesse, e dalla premessa secondo cui l‟attuale crisi economica è caratterizzata da minacce ecologiche senza precedenti accompagnate da catastrofi naturali attribuite ai cambiamenti climatici e livelli di povertà mondiale anch‟essi inediti, il mio lavoro consiste nel trasferire tali considerazioni in ambito locale, cioè su Taranto, effettuando una ricerca sul territorio tarantino ponendo dei questionari che vedono coinvolti cittadini di diversa età (dai 10 anni in su) e di diversa professione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi