Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La (Ri)costruzione dell'identità del migrante latinoamericano nella stampa nazionale italiana

L'obiettivo di questa tesi é la ricerca e l'analisi delle rappresentazioni della figura del migrante latinoamericano da parte della stampa nazionale.
L'attualità, la diffusione e l'interesse verso tali tematiche sono stati i principali impulsi che hanno guidato la stesura di questo lavoro che mira a conoscere ed a comprendere meglio la descrizione del fenomeno migratorio latinoamericano. Sempre più frequentemente viviamo in prima persona o apprendiamo tramite i mass media vicende che vedono protagonisti uomini, donne e bambini sbarcati nel nostro paese dopo lunghe e travagliate traversate in mare che per molti rappresentano l'unica ancora di salvezza mentre per altri la fine definitiva di un viaggio colmo di speranza ed aspettative per una vita migliore. Il focus è la rappresentazione del fenomeno della migrazione latinoamericana nella stampa italiana. Per raggiungere tale scopo ho prima ricercato e poi raccolto gli articoli di giornale presenti negli archivi di alcune delle maggiori testate nazionali, quali Il Giornale, Il Corriere della sera, La Repubblica ed Il Tempo. Per l'analisi dei dati raccolti ho poi utilizzato il quadro teorico e metodologico proprio dell'analisi del discorso riferendomi principalmente alle due principali scuole di pensiero, quella di Londra che opera l'analisi tramite un approccio socio-culturale e quella di Amsterdam che impiega invece un approccio di tipo socio-cognitivo. Ho adoperato questa scelta in quanto, come affermato da Johnstone (2008), l'analisi critica del discorso è: una metodologia utile a rispondere a diverse domande, sia di carattere specificatamente linguistico, che sociologico, per finalità sia descrittive che critiche.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obiettivo di questa tesi è la ricerca e l’analisi delle rappresentazioni della figura del migrante latinoamericano da parte della stampa nazionale. L’attualità, la diffusione e l’interesse verso tali tematiche sono stati i principali impulsi che hanno guidato la stesura di questo lavoro che mira a conoscere ed a comprendere meglio la descrizione del fenomeno migratorio latinoamericano. Sempre più frequentemente viviamo in prima persona o apprendiamo tramite i mass media vicende che vedono protagonisti uomini, donne e bambini sbarcati nel nostro paese dopo lunghe e travagliate traversate in mare che per molti rappresentano l’unica ancora di salvezza mentre per altri la fine definitiva di un viaggio colmo di speranza ed aspettative per una vita migliore. Il focus è la rappresentazione del fenomeno della migrazione latinoamericana nella stampa italiana. Per raggiungere tale scopo ho prima ricercato e poi raccolto gli articoli di giornale presenti negli archivi di alcune delle maggiori testate nazionali, quali Il Giornale, Il Corriere della sera, La Repubblica ed Il Tempo. Per l’analisi dei dati raccolti ho poi utilizzato il quadro teorico e metodologico proprio dell’analisi del discorso riferendomi principalmente alle due principali scuole di pensiero, quella di Londra che opera l’analisi tramite un approccio socio-culturale e quella di Amsterdam che impiega invece un approccio di tipo socio-cognitivo. Ho adoperato questa scelta in quanto, come affermato da Johnstone (2008), l’analisi critica del discorso è: una metodologia utile a rispondere a diverse domande, sia di carattere specificatamente linguistico, che sociologico, per finalità sia descrittive che critiche.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione

Autore: Laura Panunzio Contatta »

Composta da 99 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 970 click dal 29/10/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.