Skip to content

Nuove frontiere del turismo. Turismo sportivo, il caso del golf

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Pavani
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Progettazione e gestione dei sistemi turistici
  Relatore: Alba Clara De Ruggiero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 151

Il turismo tradizionale attraversa oggi un periodo di sostanziale stagnazione. Le mete di villeggiatura classiche non posseggono più il fascino del passato e non sono più in grado di suscitare lo stesso livello d’interesse nei viaggiatori. Una tra le motivazioni principali è la stereotipizzazione dei luoghi, con la conseguenza che tutto sembra assomigliarsi e non risulta quindi quasi mai possibile scovare qualcosa di nuovo che stimoli la curiosità. Ad aggravare la situazione c’è l’attuale crisi economica mondiale, la quale ha diminuito le possibilità di spesa.
In controtendenza con questo scenario, ed in continua crescita da dieci anni a questa parte, troviamo il turismo sportivo.
Sport e turismo possiedono una matrice comune, sono infatti entrambi espressione del tempo libero, elemento divenuto fondamentale nella società post-industriale.
Nel mio lavoro descriverò questo legame, studiando le potenzialità del binomio sport/turismo, e come esso possa far da volano per l’economia e per lo sviluppo del territorio.
Sarà portato all’attenzione il caso del golf, sport che meglio di altri esalta le virtù del binomio sport-vacanza, erroneamente considerata pratica elitaria, ben poco conosciuto e praticato in Italia, ma che invece nel resto del mondo è in grado di generare grandi somme di denaro, come dimostrano i paesi anglosassoni.
Saranno inoltre analizzati gli strumenti di marketing utilizzati per incrementare l'utenza del turismo golfistico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il turismo tradizionale attraversa oggi un periodo di sostanziale stagnazione. Le mete di villeggiatura classiche non posseggono piø il fascino del passato e non sono piø in grado di suscitare lo stesso livello d’interesse nei viaggiatori. Una tra le motivazioni principali è la stereotipizzazione dei luoghi, con la conseguenza che tutto sembra assomigliarsi e non risulta quindi quasi mai possibile scovare qualcosa di nuovo che stimoli la curiosità. Ad aggravare la situazione c’è l’attuale crisi economica mondiale, la quale ha diminuito le possibilità di spesa. Nonostante nel XVI rapporto sul turismo italiano del 2007-2008 si sostenga che “il fare vacanza sia ormai diventato un bene primario, una commodity per i posizionamenti di grado elevato e una necessity per tutti” il turismo non è ancora percepito dalla maggioranza della popolazione come una necessità, pertanto in situazioni di ristrettezza i principali tagli vengo apportati proprio in questo settore. Ragion per cui il consumatore di servizi turistici è divenuto ancora piø oculato nella decisione della sua vacanza e la scelta deve poter soddisfare un molteplice numero di bisogni. Non è piø sufficiente un bel panorama o un clima mite per attirare un consistente numero di viaggiatori affamati di benessere. La partita si gioca quindi sulle esperienze e sulle emozioni che un determinato posto può suscitare. A dimostrazione di quanto detto, e in controtendenza rispetto al turismo tradizionale, è possibile guardare i dati in continua crescita che arrivano dal segmento di mercato legato al turismo sportivo. In esso si vuole includere sia il turista che fa sport attivamente durante le sue vacanze, che il pubblico che si reca ad assistere ad eventi sportivi di livello nazionale ed internazionale. Questo ramo del turismo, a differenza di altri, in passato non ha ricevuto grande interesse da parte degli operatori e del mercato e il turista sportivo pertanto, almeno fino a pochi anni fa, era ignorato e trascurato. Sport e turismo sono strettamente interconnessi. Sono infatti molte le analogie che caratterizzano la nascita, l’evoluzione e la diffusione di questi due mondi che all’apparenza possono sembrare totalmente diversi, ma che in realtà sono piø simili di quel che si immagini.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
turismo
golf
sport
puglia
strumenti di marketing
doubletree by hilton

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi