Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'esordio nella maratona: esperienze ed esigenze del neo atleta

La realizzazione di una articolata ricognizione delle esigenze di praticanti non esperti orientati a sviluppare le abilità per completare una prestazione rilevante quale possa essere una maratona.
Vengono identificate proposte concrete per facilitare l'acquisizione per strategie di preparazione, stili di vita corretti ed adeguati, attraverso la raccolta, l'analisi e lo studio di testi, articoli,libri e riviste di settore dei più stimati esperti di rallentamento per podisti.
Sii è cercato di individuare gli aspetti essenziali per prepararsi a correre una maratona. Selezionato il materiale idoneo si è creata una tassonomia di conoscenze, con un breve accenno alla storia della maratona, al suo regolamento e all'analisi dell'abilità della corsa atletica e della metodologia dell'allenamento. sono stati descritti programmi di allenamento e fasi di sviluppo per arrivare a correre con delle tabelle specifiche rispettando i criteri appresi. vengono poi esplicitate delle fasi di avvicinamento da una condizione di sedentarietà fino a correre i lunghissimi oltre le tre ore continuativamente. Vengono proposti facili consigli per individuare la scarpa giusta.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 1. INTRODUZIONE Avevo 8 anni quando iniziai a praticare sport con regolarità nella società calcistica A.I.C.S. vicino casa e, dopo aver giocato in tutte le categorie, dai primi calci alla II^ categoria, a 18 anni, per puro caso, ho conosciuto la canoa olimpica, con la quale ho intrapreso un percorso agonistico della durata di 12 anni. A 30 anni, terminata l’attività agonistica in canoa, per naturale evoluzione, ho iniziato a praticare il triathlon, il quale negli anni, mi ha permesso di praticare e conoscere meglio questo fantastico sport che è la corsa. Ormai sono passati 15 anni dalla mia prima gara podistica e 13 dalla mia prima Maratona, ma lo stimolo e le emozioni che provo oggi quando partecipo ad una gara sono ancora quelle che provai il primo giorno. Avendo preso parte in questi anni a molte manifestazioni agonistiche su strada, trial, maratone e ultra, essendomi confrontato con diversi atleti e documentato su molti libri e riviste di settore, vorrei con questo mio elaborato, lasciare un contributo utile a quanti si avvicinano per la prima volta al mondo della corsa, in particolare, a tutte quelle persone che avendo già una famiglia, un lavoro e poco tempo a disposizione, si allenano prevalentemente da sole, pur consapevole del fatto che oggi, grazie ad internet, con estrema facilità si possono reperire tabelle, consigli e teorie su come affrontare qualsiasi distanza e che, con un’adeguata preparazione ela giusta motivazione, tutti, anche se con un modesto bagaglio motorio alle spalle, possono raggiungere questo affascinante obbiettivo. Per questi atleti all’esordio, la riuscita e il successo dell’impresa non consistono nel tempo finale raggiunto ma nel raggiungere il traguardo senza traumi.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Nicola D'Alessandro Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 795 click dal 08/11/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.