Skip to content

Immigrazione italiana in Australia e il fenomeno dell'australitaliano

Informazioni tesi

  Autore: Danila Giardinelli
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi dell'Insubria
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale
  Relatore: Flavio Santi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

La tesi a riguardo tratta il fenomeno dell'immigrazione italiana in Australia suddividendola in tre fasi, e spiegando le difficoltà dei nostri connazionali nell'adattamento alla nuova vita in un continente così lontano dal nostro.
Ho successivamente analizzato la lingua che la comunità italiana ha creato in Australia, che è nota da qualche tempo con il nome di AUSTRALITALIANO. All'interno dell'elaborato ho esaminato il fenomeno linguistico facendo degli esempi che ho vissuto in prima persona durante il mio soggiorno in Australia. Infine sono riportate le interviste, ed inoltre ci sono immagini e frasi che ho potuto prendere durante la mia visita all'Immigraion Museum di Melbourne. Se oggi troviamo una società così simile alla nostra dall'altra parte del mondo è grazie ai nostri connazionali che hanno avuto la forza di compiere un viaggio così lungo ed il coraggio di affrontare i pregiudizi razzisti e iniziare una nuova vita oltreoceano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. Introduzione La scelta dell’argomento di questa tesi è giunta spontaneamente dopo un viaggio in Austra- lia che ho fatto nel 2012, nel corso del quale ho alloggiato presso alcuni parenti italiani e- migrati negli anni ‘50. Da questo momento, è nata la mia perplessità nel vedere il numero di italiani che ho incon- trato per strada e nei supermercati, e così tanti italiani che venivano a darmi il benvenuto. E’ davvero una comunità molto unita quella dei nostri connazionali in Australia, e tutto ciò è stato davvero inaspettato. Rimasi colpita, inoltre, dalla loro lingua, che non era né l’inglese standard né l’italiano che parliamo oggi in Italia. Dopo alcune ricerche, mi resi conto che si trattava del cosiddetto australitaliano e da que- sta scoperta mi si aprì tutto un mondo che fino ad allora avevo ignorato: era il mondo dell’emigrazione, di coloro che avevano lasciato il proprio paese per “cercar fortuna” ol- treoceano, di coloro che “ce l‟avevano fatta” ed erano riusciti a costruirsi una nuova vita. E’ questo il mondo delle persone che hanno dovuto lottare pur di non essere sopraffatti dai pregiudizi anti-italiani, il mondo della sofferenza per la lontananza della propria patria. Oggi troviamo in una terra così lontana (approssimativamente 15.600 km dall’Italia), molti dei nostri compatrioti. Non è stato facile cercare un’occupazione, consapevoli che sarebbero stati gli ‘stranieri’, consapevoli che sarebbero stati guardati con occhi diversi perché la loro lingua madre non era l’inglese e sarebbero stati emarginati dalla società, almeno in un primo momento, per- ché parlare lingue diverse, sicuramente non è un fattore favorevole. Mi capita di pensare che un passo del genere è stato compiuto da persone coraggiose, ma dall’altra parte della medaglia, si potrebbero definire anche ‘le più deboli’, coloro che non hanno saputo affrontare la povertà, coloro che, talvolta, sono fuggiti dall’altra parte del mondo senza nemmeno cercare migliori opportunità lavorative nel nord Italia. Durante il mio soggiorno ho condotto una ricerca, intervistando alcune delle numerosissi- me persone che hanno fatto questa scelta o hanno seguito i propri famigliari che hanno pre- so la decisione al loro posto. Sono rimasta colpita da molti racconti di persone anziane, che come vedremo alla fine della tesi, sono arrivati dopo circa un mese di viaggio in nave e non hanno più rivisto i propri genitori dopo aver lasciato l’Italia. Non è stato facile ambientarsi, talvolta è capitato che dottori o professori, inizialmente si sono adattati al lavoro in fattoria o nelle fabbriche, perché “se non sai la lingua non sei niente”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

emigrazione italiana
multiculturalismo
australia
code-switching
assimilazionismo
immigrato
emigrazione di massa
austraitaliano
italo-australiani
fuga dall'italia
espatrio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi