Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio consolidato e il consolidato fiscale: analisi di un caso aziendale

Il bilancio consolidato è il documento contabile utilizzato per descrivere, alla chiusura di un periodo amministrativo, la situazione patrimoniale e finanziaria di un gruppo d’imprese, al fine di analizzare l’andamento economico manifestatosi nel periodo.Esso è diverso dal bilancio d’esercizio delle singole imprese, giacché ne ignora la loro separata autonomia giuridica prendendo in considerazione solo i rapporti e le operazioni realizzate con entità esterne.
Il consolidato fiscale è una modalità di tassazione concessa ai gruppi societari dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi (T.U.I.R.), in grado di far sorgere un’unica obbligazione tributaria a fronte di una moltitudine di soggetti passivi IRES (società o enti commerciali), legati tra loro da un rapporto di controllo.La tassazione di gruppo rappresenta una facoltà e non un obbligo, che si esplicita nella comunicazione di un’opzione all’Agenzia delle Entrate. Infatti, ogni società appartenente al gruppo sceglie se aderire o no al consolidato fiscale.
Il presente elaborato affronta il tema della costruzione del bilancio consolidato secondo i Principi Contabili Nazionali e Internazionali, evidenziando i punti di distanza tra le due normative e mostrando le diverse teorie degli autori che hanno affrontato l’argomento in questi anni.
E’, inoltre, trattato il tema del consolidato fiscale secondo la normativa nazionale disciplinante il consolidato nazionale e mondiale.
Il percorso seguito nel comporre il lavoro parte da una linea teorica che culmina con un approccio pratico relativo allo studio del bilancio consolidato e del consolidato fiscale del Gruppo ALPHA PLAST.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo 1 LE AGGREGAZIONI AZIENDALI E I GRUPPI DI IMPRESE 1.1 Considerazioni preliminari allo studio delle aggregazioni aziendali: che cosa s’intende per gruppo aziendale? Lo sviluppo dei sistemi economici è sempre stato accompagnato dalla formazione di accordi e dalla nascita di coalizioni tra unità economiche, che tramite tali strumenti hanno ritenuto di poter raggiungere meglio i loro obiettivi. Il mutamento intervenuto negli ultimi decenni ha generato un impulso decisivo allo sviluppo delle forme di collaborazione, con riguardo alle caratteristiche e condizioni di competitività dei mercati. Difatti, da un regime di concorrenza relativamente stabile, si è passati a una concorrenza di tipo globale, guidata principalmente da multinazionali, e caratterizzata da strategie molto aggressive. Altro importante elemento di trasformazione dei processi produttivi è stato l’innovazione tecnologica legata ai sistemi di produzione e di comunicazione. L’insieme di tali fattori ha contribuito alla nascita di forme collaborative, intese come ricerca comune e sinergica di un costante miglioramento delle condizioni e delle modalità di produzione, nonché di ricerca della dimensione aziendale più adeguata. Nella contrapposizione tra la crescente instabilità delle condizioni dell’ambiente esterno e la continua ricerca di stabilità dell’impresa, emerge un forte impulso alla collaborazione, quale percorso idoneo a facilitare la sopravvivenza e lo sviluppo. L’impresa si pone così il problema della ricerca di un giusto equilibrio tra la tutela della propria autonomia gestionale e

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Caterina Guarino Contatta »

Composta da 239 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4707 click dal 13/11/2013.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.