Skip to content

Inquinamento ambientale da fibre e particelle inorganiche nel territorio di Vercelli

Informazioni tesi

  Autore: Lisa Novelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze Geologiche
  Relatore: Elena Belluso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 250

Oggetto di questa tesi è l'analisi della qualità dell'aria in aree del comune di Vercelli con specifico riferimento al particolato inorganico presente nel PM 2.5 (PM(I)2.5), alle fibre di asbesto e ad altre fibre inorganiche, al fine di valutare eventuali situazioni di inquinamento connesse con la stagione e/o con l'area di campionamento e di avanzare ipotesi sulle sorgenti di aerodispersione. Per questi scopi sono stati recuperati ed esaminati 12 campioni di fibre inorganiche e 12 di PM(I)2.5, prelevati durante l'anno 2010 durante le quattro diverse stagioni e in tre differenti aree del comune di Vercelli (area urbana periferica, area urbana centrale e area rurale). Le indagini sono state effettuate mediante l'utilizzo del microscopio elettronico in scansione (SEM) e dell'annesso spettrometro in dispersione di energia (EDS). La concentrazione totale riferita alla somma dei valori medi dei composti inorganici fibrosi suddivisi per area di campionamento risulta maggiore nell'area rurale del comune di Vercelli (1,32 ff/l) e durante la stagione primaverile (1,64 ff/l). Le fibre di amianto rilevate sono relative ad un unico tipo e specificatamente a tremolite-actinolite d'amianto; la concentrazione media è pari a 0,06 ff/l durante le stagioni invernale e primaverile, pari a 0,04 ff/l durante la stagione estiva, nulla durante l'autunno. Nelle tre aree di campionamento le fibre di tremolite-actinolite d'amianto hanno concentrazione circa ugualmente distribuita (da 0,03 ff/l a 0,05 ff/l). Nonostante la geologia dell'area esaminata escluda la presenza di litologie contenenti fibre di tremolite-actinolite d'amianto, la presenza di queste ultime è comunque attribuibile a sorgente naturale, dato che il loro utilizzo industriale è stato pressoché nullo. Le specie fibrose inorganiche più abbondanti durante tutte le stagioni e nelle diverse aree di campionamento sono rappresentate da (in ordine decrescente di abbondanza): fillosilicati argillosi, miche chiare, crisotilo-antigorite, biossido di silicio, vetro sintetico, anfiboli (tremolite-actinolite d'amianto esclusa). La concentrazione totale di PM(I) 2.5, riferita alla somma dei valori medi dei composti inorganici suddivisi per area di campionamento, risulta maggiore nell'area urbana centrale del comune di Vercelli (226,60 pp/l) e durante la stagione estiva (303,33 pp/l). Tra i composti inorganici per i quali sono in corso studi sulla possibile tossicità per la salute umana, i più abbondanti rilevati sono (in ordine decrescente di abbondanza): fillosilicati argillosi, ossidi di metalli pesanti, biossido di silicio. La concentrazione massima di amianto rilevata nei campioni analizzati è pari a 0,11 ff/l. Attualmente la normativa italiana per gli amianti prevede un valore limite per gli ambienti indoor pari a 2 ff/l; se fossero applicati in esterno i limiti per gli ambienti indoor, per nessuna delle tre aree di campionamento risulterebbe una situazione di inquinamento in atto. La concentrazione di PM(I)2.5 rilevata nelle tre aree di campionamento risulta sempre notevolmente più abbondante rispetto a quella delle fibre inorganiche. Sulla base del confronto tra concentrazioni di fibre inorganiche e di PM(I) 2.5 presenti nelle tre aree di raccolta, si evidenzia per quest'ultimo un valore particolarmente elevato, tale da far ipotizzare una situazione di inquinamento in atto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Cap. 1 Introduzione 1 1. INTRODUZIONE Oggetto di questa tesi è l’analisi della qualità dell’aria di Vercelli, con specifico riferimento a: − frazione inorganica presente nel PM2.5; − fibre di asbesto e altre fibre inorganiche. Tale lavoro si è articolato principalmente nelle fasi di seguito descritte. 1- La prima fase ha previsto il campionamento dell’aria nell’area del comune di Vercelli. A questo scopo nell’anno 2010 sono stati effettuati 12 campionamenti di PM2.5 e 12 di fibre inorganiche, suddivisi in 2 campionamenti per stagione, in modo da ottenere campioni rappresentativi dell’ambiente aereo dell’anno di riferimento. Tali campioni sono stati prelevati in 3 aree differenti del comune di Vercelli (area urbana centrale, area urbana periferica e area rurale) così da rendere possibile la valutazione di analogie o differenze in relazione a un ambiente aereo condizionato da diversi livelli di antropizzazione. 2- La fase seguente dello studio ha previsto l’analisi dei filtri al Microscopio Elettronico a Scansione con annesso Spettrometro in Dispersione di Energia (SEM-EDS), col fine di ottenere informazioni relative a dimensione, morfologia e composizione chimica qualitativa delle particelle e delle fibre inorganiche rilevate, e identificare la specie minerale o il composto chimico attraverso il confronto degli spettri energetici ricavati con quelli presenti nella banca dati del gruppo di ricerca di Mineralogia Ambientale operante presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Torino. 3- I risultati ottenuti per le fibre inorganiche e per il PM2.5 sono stati elaborati e correlati con la situazione geologica e antropica dell’area oggetto di studio, valutando inoltre l’eventuale correlazione tra particelle e fibre inorganiche aerodisperse ed i minerali contenuti nei manufatti presenti nei pressi dei siti di campionamento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

inquinamento
amianto
particolato inorganico
fibre inorganiche
microscopio elettronico a scansione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi