Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lancio di nuovi prodotti nel mercato Pharma

La presente tesi, dopo aver analizzato sinteticamente le tappe fondamentali dell’evoluzione dell’industria farmaceutica (dalla nascita fino ad oggi) e il recente andamento delle principali grandezze del settore farmaceutico italiano (produzione, esportazioni, importazioni, investimenti e numero di addetti), esamina alcuni degli strumenti di marketing operativo su cui le imprese farmaceutiche possono agire per realizzare i propri obiettivi strategici: il prodotto, il prezzo, la promozione e la distribuzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’industria farmaceutica è molto importante per la salute dell’uomo ed il benessere dei cittadini, ai quali devono essere, pertanto, garantiti medicinali o farmaci sicuri e innovativi, a prezzi non eccessivi, ma ragionevoli: l’articolo 32 della Costituzione Italiana, ad esempio, stabilisce che ”la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. L’industria farmaceutica è globale, in quanto i maggiori protagonisti del settore farmaceutico sono le imprese multinazionali; in un mercato globale, sia in termini di marketing che in termini di ricerca, i fattori più importanti di successo necessari per acquisire e difendere il vantaggio competitivo sono legati alla comunicazione dei farmaci e alla capacità dell’impresa farmaceutica di investire elevate risorse nello sviluppo di nuovi medicinali. A livello nazionale, il principale aspetto dell’industria farmaceutica è il ruolo e l’intervento dell’operatore pubblico, che condiziona sia la domanda, attraverso i criteri di rimborso dei farmaci e i meccanismi di compartecipazione alla spesa pubblica, sia l’offerta, mediante la regolamentazione delle procedure di controllo sulle fasi della sperimentazione, della brevettazione, della registrazione, della pubblicità e della distribuzione 1 ; l’intervento dell’operatore pubblico è necessario perché il settore farmaceutico presenta una combinazione di caratteristiche che lo richiedono: la complessità delle relazioni, le forti asimmetrie informative tra gli attori coinvolti (pazienti, istituti di ricerca, Università, operatori sanitari, imprese farmaceutiche, strutture sanitarie e Stato), la rilevanza sociale delle prestazioni sanitarie, la difficoltà di valutazione dell’effettiva qualità dei farmaci e il ruolo fondamentale dell’innovazione e della tutela brevettuale. La presente tesi, dopo aver analizzato sinteticamente le tappe fondamentali dell’evoluzione dell’industria farmaceutica (dalla nascita fino ad oggi) e il recente andamento delle principali grandezze del settore farmaceutico italiano (produzione, esportazioni, importazioni, investimenti e numero di addetti), esamina alcuni degli strumenti di marketing operativo su cui le imprese farmaceutiche possono agire per realizzare i propri obiettivi strategici: il prodotto, il prezzo, la promozione e la distribuzione. 1 In ogni caso, la distribuzione deve proteggere i cittadini da un uso improprio e dannoso dei medicinali, attraverso l’affidamento della vendita a soggetti dotati di una preparazione specifica, e assicurare la disponibilità in tempi rapidi dei medicinali di cui il paziente abbia necessità, fissando obblighi di detenzione di stock minimi di farmaci e tempi massimi di consegna.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Bocci Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2225 click dal 06/11/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.