Skip to content

I giacimenti petroliferi: analisi tecniche ed economiche

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Capitanio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Scienze Manageriali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Franco di Giacomo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

Nel primo capitolo è analizzata la situazione attuale dei combustibili, delle risorse e riserve mondiali, le fonti di energia, classificazione e differenze fra riserve e risorse.
Nel secondo capitolo sono evidenziati i protagonisti del mercato del petrolio, raggruppati principalmente in tre attori: imprese petrolifere internazionali indipendenti (IOC), imprese petrolifere nazionali (NOC) stati produttori – esportatori facente parte dell’OPEC, stati importatori e organismi internazionali.
Altrettanto importanti sono l’istituzione dell’OPEC e i fallimenti del mercato che, come meglio verrà chiarito, hanno per oggetto la sicurezza, che in realtà non è incerta, degli approvvigionamenti esteri di petrolio.
Sempre nel secondo capitolo si andranno ad analizzare i fattori che incidono sull’economia del petrolio, tra i quali l’alta intensità di capitale, il fattore rischio, i vari tipi di Rig disponibili e come si sia mosso il mercato negli ultimi venti anni.

Nel terzo capitolo si andrà ad analizzare come i tempi di esplorazione e incertezza della valutazione economica per la commercializzazione si siano notevolmente abbassati con l’introduzione delle nuove tecnologie e tecniche di perforazione facendo degli esempi di pozzi offshore (deep water e shallow water) e onshore (Val D’Agri e deserto algerino) perforati dimostrando quelli che possono essere i costi che un azienda petrolifera può incorrere cercando anche di spiegare e illustrare il discorso delle royalties, contratti di produzione e incentivi.

Nel quarto capitolo si cercherà di far capire dove e come viene quotato il petrolio, le problematiche che afferiscono sul mercato petrolifero; i prezzi e il pendolo del mercato segnati dal ritorno della domanda e soprattutto dal rafforzamento dei poteri dell’OPEC, nonché i criteri di formazione dei prezzi del greggio e come l’andamento del dollaro americano abbia la sua influenza nel formare il prezzo della materia prima.
Ovviamente il tutto può essere visto nella prospettiva dei consumatori e dei produttori: nel primo caso il prezzo superiore ai costi viene visto come un lucro per i produttori che agiscono come cartello (legalizzato) al fine di mantenere alti i costi della materia prima; per quanto riguarda invece la seconda prospettiva di visualizzazione sul mercato dell’oro nero, il prezzo non può essere determinato sui livelli di costo, in quanto esso è una risorsa non rinnovabile e pertanto valorizzata in base alla sua scarsità e al costo opportunità delle fonti alternative.

Quest’ultimo argomento sarà affrontato nel quinto capitolo nel quale si analizzeranno le effettive alternative al petrolio e il loro impatto sull’ambiente, problematica attuale valutata in prospettiva futura; a tal proposito sono stati fatti passi da gigante nello sviluppo alternativo soprattutto sull’energia da fonte rinnovabile che risulta avere il minore impatto a livello ambientale alla luce delle notevoli problematiche che l’inquinamento oggi comporta e degli eventi che hanno indubbiamente abbiamo influenzato l’opinione pubblica come il blow out del pozzo Macondo nel golfo del Messico e dell’esplosione della centrale nucleare di Fukushima.
Si andrà ad analizzare la situazione energetica italiana e se l’Italia può sfruttare la sua posizione geografica diventando l’Hub europeo del gas.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE 1. Cenni storici e introduzione sugli argomenti da trattare Il petrolio, (dal greco πέτρα–roccia e έλαιο–olio), non è sul punto di esaurirsi, ma non c’è dubbio che il mondo debba prepararsi ad affrontare la fine della prima metà dell’era del petrolio, che cominciò 150 anni fa, con lo scavo dei primi pozzi sulle sponde del Mar Caspio e in Pennsylvania. Il petrolio accompagna la storia dell'uomo da secoli e fin dall'antichità il greco "naphtha" richiamava il fiammeggiare tipico delle emanazioni petrolifere. I popoli dell'antichità avevano già ben noti i giacimenti di petrolio superficiali che utilizzavano per produrre medicinali e bitume o per illuminare le lampade. L'industria petrolifera nacque negli Stati Uniti per l'iniziativa di Edwin Drake negli anni 1850, nei pressi di Titusville, Pennsylvania. L'industria crebbe lentamente durante il 1800 e non diventò d’interesse nazionale (USA) fino agli inizi del ventesimo secolo; l'introduzione del motore a combustione interna fornì la domanda che ha largamente sostenuto questa industria fino ai giorni nostri. I primi piccoli giacimenti "locali" in Pennsylvania e in Ontario sono stati velocemente esauriti, portando ai "boom petroliferi" in Texas, Oklahoma, e California. Altre nazioni avevano considerevoli riserve petrolifere nei loro possedimenti coloniali, e incominciarono a utilizzarli a livello industriale. Tuttavia esistono e sono continuamente allo studio fonti alternative e rinnovabili di energia, sebbene la misura in cui queste possano rimpiazzare il petrolio e i loro eventuali effetti negativi sull'ambiente sono attualmente oggetto di dibattito. L’energia fornita dal petrolio, abbondante e a buon mercato, ha determinato uno straordinario sviluppo dell’industria, dei trasporti, del

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
costi
opec
petrolio
energie rinnovabili
gse
mercato petrolifero
fonti di energia
tecniche petrolifere
oil company

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi