Skip to content

Internazionalizzazione d'impresa in Brasile: studio di fattibilità per un impianto di cogenerazione a biogas

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Di Paolo
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria gestionale
  Relatore: Alessandra Bonoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

L’importante momento storico che stiamo vivendo, a cavallo tra la crisi di alcuni Paesi Industrializzati e l’emergere di altre Potenze Mondiali, segna anche la nascita di nuovi punti d’incontro, nuove forme di cooperazione e nuovi mercati da esplorare.
Con tale prospettiva, il presente lavoro di tesi permette di comprendere quali siano gli attuali desideri di sviluppo del Brasile e come questi, possano tradursi in una concreta possibilità di investimento per le imprese italiane che operano nel settore delle energie rinnovabili. Per cui vediamo da un lato, il programma di crescita del Governo brasiliano che, cercando strumenti per conciliare ricchezza economica e sviluppo sostenibile, indica la direzione futura del Paese su temi quali energia e tutela dell’ambiente. Dall’altro, le imprese italiane che, vantando una pluridecennale esperienza nelle tecniche di costruzione e gestione degli impianti a biogas, possono offrire il loro know-how per intervenire su due grandi problemi: aumentare la disponibilità energetica e costruire sistemi di gestione e recupero dei rifiuti e delle acque reflue.
Pertanto, l’elaborato realizza uno studio di fattibilità per valutare costi e benefici nel costruire un impianto di cogenerazione a biogas in Brasile, in grado di generare una potenza pari a 150 kW, di fornire energia termica ed elettrica sia alle utenze limitrofe che alla rete nazionale, e di utilizzare come fonte energetica rinnovabile, rifiuti di origine animale e acque reflue di processo. Un intervento che oltre ad aiutare sul fronte energetico, permette anche di ridurre i rischi igenico-sanitari connessi al cattivo smaltimento dei rifiuti pericolosi, contenere l'inquinamento delle falde acquifere nel sottosuolo, e avvicinare l'industria locale a quei processi di recupero e valorizzazione delle acque reflue dalle attività produttive.
L’analisi deve inoltre essere inserita in una dimensione ben più ampia, e che riguarda la consulenza in international business development per le imprese italiane della Green Economy. Imprese che vogliono internazionalizzarsi, ma in particolare , che vogliono farlo realizzando questa Vision del “Made In Italy” nei Paesi In Via Di Sviluppo: la tecnologia come mezzo di uguaglianza, e l’integrazione delle competenze come strumento di sviluppo.
A tal proposito, assume dunque un ruolo fondamentale l’approccio utilizzato dall’elaborato che, riscoprendo i principi del Movimento Delle Tecnologie Appropriate (E.F.SCHUMACHER, 1973), affianca al tradizionale concetto di “innovazione”, il meno consueto concetto di “appropriatezza”, prestandosi quale esempio per una diversa interpretazione dei processi di internazionalizzazione. In un ottica di sviluppo sostenibile e di perfetta adesione dell’offerta al tipo di domanda, oltre alle normali considerazioni di natura tecnica, economica e ambientale - legate ad un classico studio di fattibilità -, il lavoro propone allora anche un’ampia analisi su quell’aspetto umano intrinsecamente connesso ad un progetto di tale natura: come si inserisce in una realtà sociale già strutturata, quanto le comunità locali sono pronte a sostenerlo, quanto è adeguato alle risorse, alle competenze e alle peculiarità del territorio, quanto influenza positivamente e negativamente la vita delle persone coinvolte.
Tuttavia, l’attenzione sociale non limita la bontà dell’investimento sotto altri punti di vista. Per esempio il beneficio ambientale, stimato con l’analisi Life Cycle Assessment (LCA) e conforme allo standard internazionale ISO14040-3 (ISO 2006), equivale ad un risparmio di 8150 tonnellate all’anno di CO2-equivalente, di 370 grammi per ogni kWh elettrico prodotto e di 4,77 tonnellate per ogni tonnellata di rifiuti o acque reflue recuperata. Anche la valutazione economica mostra indicatori finanziari molto positivi; per cui si stimano un Pay Back Period di 8,4 anni, un VAN di 525.450 € e un TIR di 15,83% che di certo, confermano le iniziali aspettative sul progetto.
In conclusione, si può affermare che l’elaborato mostra come la reciproca volontà di sviluppo possa diventare un fattore chiave per instaurare grandi collaborazioni tra Paesi, ed in particolare, come la tecnologia del biogas in Brasile possa significare un nuovo mercato in cui esprimere – ancora una volta - quei valori di qualità, esperienza ed affidabilità che il resto del mondo riconosce al nostro “Made In Italy”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Le dinamiche di globalizzazione che caratterizzano il nostro secolo ci portano, come individui e come gruppi, a cogliere sfide che ormai proiettano verso dimensioni planetarie. Senza alcun dubbio, il fenomeno colpisce qualsiasi organizzazione, dalle più semplici alle più complesse, dalle pubbliche alle private, che inevitabilmente devono cogliere e trasformare tutto questo in un’opportunità per il loro futuro. Con tali presupposti, che coinvolgono anche la realtà italiana, sempre più imprese guardano con interesse i mercati esteri. L’internazionalizzazione, termine ormai noto e diffuso, rappresenta proprio questo: “flessibilità” alla base del moderno concetto di mercato e capacità delle aziende di spostarsi lì dove c’è spazio per i propri bisogni. A questo punto, le interpretazioni possono essere differenti. Una, può essere quella sulla scia del “Capitalismo Parassitario” (Z.Bauman,2009), che soddisfa le proprie necessità ed evolve incurante degli effetti che ha sul territorio ospitante. L’altra, è quella proposta dal “Movimento delle Tecnologie Appropriate”( E.F.Schumacher,1973), che tiene fermo il principio di flessibilità e adattamento ma al contempo, offre un nuovo punto di vista: quello della trasparenza tra domanda e offerta, della negoziazione win-win, dell’innovazione come veicolo per lo sviluppo sostenibile da una parte, e del business dall’altra. Il concetto di “appropriatezza” affianca quello tradizionale di “innovazione”, a indicare l’ultima frontiera per le aziende che fanno internazionalizzazione. Aziende che offrono le loro competenze per risolvere problemi, facendo profitto senza tuttavia creare alterazioni negative di natura ambientale, sociale o politica. Con questi presupposti, il presente lavoro di tesi sviluppa uno studio di fattibilità tecnica, ambientale ed economica per un impianto di micro-cogenerazione a biogas. L’analisi, che si inserisce all’interno della partnership dedicata al servizio di consulenza per le imprese italiane, è elaborata per conto di due aziende, Roncucci&Partneers e NòvaEngineering. In accordo con quanto detto precedentemente, l’obiettivo è duplice: offrire alle aziende che fanno “Made In Italy” un nuovo mercato in cui poter esprimere le loro conoscenze e le loro volontà

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi