Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le origini, le attività e la contabilità dei Banchi Pubblici Napoletani

Questo testo si prefigge l’obiettivo (dopo aver dato un’idea della Storia del Banco di Napoli e dello sviluppo dei Banchi pubblici Napoletani, delineando le caratteristiche della loro nascita e trasformazione) di approfondire i documenti contabili e le attività svolte dai Banchi Pubblici Napoletani, da cui ha avuto poi origine il Banco di Napoli.
Ci sarà inoltre un approfondimento sulle fedi di credito e tutto ciò avverrà servendosi anche dell’aiuto di documenti storici molto antichi, la cui fonte risulta essere per lo più l’Archivio Storico del Banco di Napoli.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Questo testo si prefigge l‟obiettivo (dopo aver dato un‟idea della Storia del Banco di Napoli e dello sviluppo dei Banchi pubblici Napoletani, delineando le caratteristiche della loro nascita e trasformazione) di approfondire i documenti contabili e le attività svolte dai Banchi Pubblici Napoletani, da cui ha avuto poi origine il Banco di Napoli. Ci sarà inoltre un approfondimento sulle fedi di credito e tutto ciò avverrà servendosi anche dell‟aiuto di documenti storici molto antichi, la cui fonte risulta essere per lo più l‟Archivio Storico del Banco di Napoli. L‟Archivio Storico del Banco di Napoli è situato in Via dei Tribunali, in un palazzo di stile cinquecentesco. L‟Archivio deve la sua istituzione ad un decreto di Ferdinando I di Borbone, del 29 Novembre 1819 che destinò lo stabile del Banco dei Poveri, soppresso nel 1808, ad Archivio Generale dei documenti degli antichi Banchi Pubblici Napoletani, compresi quelli del loro erede, il Banco delle due Sicilie. Il palazzo in via dei Tribunali era stato acquistato dal Monte e Banco dei Poveri nel 1616, da Gaspare Ricca, ad esso era stata congiunta nel 1787, la vasta casa confinante, comprata dagli eredi di Don Pietro Cuomo.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Cherillo Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 374 click dal 08/11/2013.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.