Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Salvia divinorum Epling & Jativa: un enigma farmaco-botanico

Ogni giorno, molte persone di diverse culture, dagli Indiani amazzonici agli Europei occidentali, assumono metaboliti secondari di una o più piante psicoattive. Anche i Mormoni, malgrado affermino di non usare "farmaci", impiegano Mormon tè (Ephedra nevadensis), che contiene l'alcaloide efedrina, sostanza stimolante psicoativa.
L'uso di sostanze psicoattive è straordinariamente comune nei paesi del Sud America. Nel mondo occidentale moderno, l'uso di prodotti vegetali psicoattivi è molto diffuso, sebbene la loro sacralità sia stata profanata.
Le piante psicoattive sono piante che le persone assumono sotto forma di preparazioni semplici o complesse per influenzare i complessi processi di elaborazione mentale o per alterare lo stato di coscienza.
Poiché le piante psicoattive influenzano la mente, sono state descritte come sostanze mind-moving substances […]

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PIANTE PSICO ATTIVE Ogni giorno, molte persone di diverse culture, dagli Indiani amazzonici agli Europei occidentali, assumono metaboliti secondari di una o più piante psicoattive. Anche i Mormoni, malgrado affermino di non usare "farmaci‖, impiegano Mormon tè (Ephedra nevadensis), che contiene l‘alcaloide efedrina, sostanza stimolante psicoativa. L'uso di sostanze psicoattive è straordinariamente comune nei paesi del Sud America. Nel mondo occidentale moderno, l'uso di prodotti vegetali psicoattivi è molto diffuso, sebbene la loro sacralità sia stata profanata. Le piante psicoattive sono piante che le persone assumono sotto forma di preparazioni semplici o complesse per influenzare i complessi processi di elaborazione mentale o per alterare lo stato di coscienza. Poiché le piante psicoattive influenzano la mente, sono state descritte come sostanze mind-moving substances. Carl Hartwich (1851-1917), farmacista, li descrisse come "human means of pleasure." " Timothy Leary (1920-1996) ha preferito descriverle come neurobotanical substances. Oggi, i termini psicotropo ("che influenza la psiche") e psicofarmacologico ("che colpisce la mente") sono spesso utilizzati per fare riferimento a queste sostanze. In letteratura, le sostanze che alterano la mente, ovvero le sostanze psicoattive, sono chiaramente classificati in base a precise definizioni scientifiche (lnaba e Cohen 1994; Seymour e Smith 1987; Wagner 1985): In particolare la categoria dei vegetali ad attività allucinogena o psicodislattica comprende piante, loro parti o sostanze che producono alterazioni della percezione delle dello spazio e del tempo, e degli stati emotivi. La maggior parte delle piante incluse in questa categoria nel corso del tempo, sono state indicate con una varietà di nomi: -psicotomimetiche ("imitano le psicosi ")

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Farmacia

Autore: Davide Ferraro Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1270 click dal 13/11/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.