Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gruppo Ferruzzi e la figura di Raul Gardinii: la scalata alla Montedison

Il contesto economico di Ravenna. Il commercio dei cereali di Serafino Ferruzzi. L'evoluzione del gruppo Ferruzzi in seguito all'entrata di Raul Gradini. Lo sviluppo del gruppo Ferruzzi e le diversificazioni. La scalata alla Montedison

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Il Gruppo Ferruzzi nasce a Ravenna nel 1948 su iniziativa di Serafino Ferruzzi e di due soci locali, Leo Manetti e Lorenzo Benini. Serafino, che si laurea in Agraria all'Università di Bologna nel 1942, all'inizio della sua attività lavora come rappresentante di fertilizzanti per la Montecatini, la più importante società chimica nazionale e intraprende nello stesso periodo diverse esperienze, dal commercio del legname a quello delle granaglie e comprende che nell'epoca della Ricostruzione il Paese necessita di tutto e, in modo particolare, di generi alimentari. L'attività di rappresentante gli consente oltre tutto di ottenere una buona conoscenza del tessuto socio-economico ravennate e dei suoi maggiori esponenti, tra i quali figura Attilio Monti che stava costruendo un impero basato sul petrolio. Serafino è una persona introversa, schietta e di poche parole, ma determinata e convincente e questa sua qualità viene apprezzata dai rappresentanti degli istituti di credito che non esitano a finanziare la sua avventura imprenditoriale, partita da un piccolo ufficio con annesso magazzino. Inoltre, il suo carattere riservato lo porta ad avere un atteggiamento di diffidenza rispetto agli ambienti politici. Alla fine della guerra la Ferruzzi, Benini e C. inizia ad operare nel commercio dei cereali come importatore e distributore rifornendosi dalle multinazionali americane del grano, le “cinque sorelle”. Tale attività si sviluppa rapidamente grazie anche all'imponente opera di investimenti attuata che gli consente di assumere una posizione di leader nel mercato nazionale. Nel corso di pochi anni, anche in seguito ad una serie di circostanze favorevoli unite alla capacità del fondatore, la società si espande a tal punto che estende il proprio raggio d'azione non solo su tutta l'Italia ma anche sul continente americano e alle nazioni più importanti del globo. La Ferruzzi diventa in breve tempo una società a carattere internazionale che, nel suo tumultuoso e imperioso sviluppo, inizia anche a diversificare la sua attività in nuovi settori economici e produttivi e di trasformazione dei prodotti agricoli, avendo interessi in quello cementiero, oleario e saccarifero. La mentalità contadina del fondatore lo porta ad acquistare aziende agricole e vasti appezzamenti di terra in giro per il mondo (più di 1 milione di ettari) che “sfrutta” non solo come bene rifugio in anni di elevata inflazione, ma anche a garanzia dei futuri finanziamenti bancari. I

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marco Ferracin Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 261 click dal 12/11/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.