Skip to content

La struttura organizzativa e la governance del gruppo Intesa San Paolo. La storia del Banco di Napoli tra splendori, fusioni e ristrutturazioni

Informazioni tesi

  Autore: Michele Serpico
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Link Campus University di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Paolo Romano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

Lo scopo di questo lavoro è quello di analizzare la struttura organizzativa del gruppo Intesa San Paolo, una banca moderna e innovativa, in tutti gli aspetti, con una particolare attenzione al sistema a due livelli di origine tedesca.
Intesa San Paolo, grazie alla bancario multiregionale - realtà che tutti nel corso degli anni hanno sviluppato profondi legami con i loro territori, contiene al suo interno una storia secolare.
Per capire meglio l'evoluzione di Intesa San Paolo nel corso dei secoli e fino a quando l'attuale struttura organizzativa, vorrei tracciare la storia della più antica banca italiana all'interno del gruppo: Banco di Napoli.
Per svolgere questo lavoro, è stato utilizzato testi provenienti dagli archivi storici del Banco di Napoli Fondazione, un autentico museo di libri preziosi.
Qui è stato rivisto momenti cruciali del Banco di Napoli: L'epoca d'oro, la massima espansione e la crisi.
Il lavoro è stato esteso al contesto storico in cui il Banco di Napoli è stato operativo : Il Regno delle due Sicilie e le consequenses dell'unità d' Italia.
Than, segue una breve valutazione del cosiddetto processo di consolidamento del sistema bancario, che ha definito una lenta scomparsa delle banche meridionali.
Inoltre vi è uno studio di caso Banco di Napoli, con una particolare attenzione per gli eventi e le azioni intraprese: azioni primo soccorso, di privatizzazione e, infine, la vendita.
Nel secondo capitolo è stata dedicata particolare attenzione a tutte le dinamiche che hanno portato alla cessione del Banco di Napoli al consorzio BNL INA, in un primo momento l' intervento del Ministero del Tesoro e misure prudenziali, di una ristrutturazione e lo spin- off dei crediti problematici, attraverso la creazione di " Bad Bank" SGA. Il capitolo si conclude con l'acquisto del Sanpaolo Banco e la sua nuova dimensione territoriale.
Il terzo capitolo è il cuore di questo lavoro ed è sulla struttura organizzativa e di governance.
Qui è stato presentato prima della fusione di Sanpaolo IMI e Banca Intesa BCI, che la struttura organizzativa del gruppo, le sue strategie e il modello della "Banca dei Territori" - in cui il Banco di Napoli ha un ruolo strategico - il sistema dualistico, il codice etico e la conformità.
In particolare, l'analisi della governance duale, è stata effettuata da enucleazione di ogni componente delle due schede: scheda di gestione e consiglio di sorveglianza.
Il lavoro si conclude con l'illustrazione di altri modelli di governance duale in Italia e le differenze con quella tedesca, non vi sono esposti anche gli scenari futuri in materia di governance della Intesa San Paolo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 C a p i t o l o 1 - L a S t o r i a d e l B a n c o d i N a p o l i 1.1 La genesi del Banco di Napoli Il Banco di Napoli è una delle più antiche banche italiane, la sua storia attraversa con continuità gli ultimi cinque secoli di vita della nostra penisola, in particolare quelli del Mezzogiorno, con cui ha condiviso tutte le trasformazioni economiche, politiche e culturali. La "data di nascita" del Banco solitamente si fa coincidere con quella della costituzione della pia associazione del Monte e Banco della Pietà nel 1539, anche se alcuni studi e documenti rinvenuti, custoditi presso l’archivio di stato di Napoli, farebbero retrodatare la prima attività bancaria al 1463, rendendo di fatto l’istituto partenopeo il più antico in Italia ed ancora in attività. La “mission” dell’istituto all’epoca era improntata sullo spirito di carità verso i bisognosi. Napoli, infatti, all’inizio del XVI secolo era la seconda città europea dopo Parigi e uno dei primi porti del mediterraneo. Le sue strade erano piene di signorotti, commercianti, marinai ma anche povera gente che cercava di sopravvivere con lavori saltuari e giornalieri. Se da un lato il benessere faceva di Napoli un’eccellenza europea, l’inflazione era l’altra faccia della medaglia per chi faceva ricorso all’usura per soddisfare i bisogni primari. In questa situazione di forte disparità tra le classi sociali, Il Banco avviò l’opera di prestare denaro su pegno a un tasso molto basso o addirittura fino alla somma di dieci ducati, senza interesse.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banca
bnl
struttura organizzativa
san paolo imi
intesa san paolo
banco di napoli
isveimer
modello di governance
modello duale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi