Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alla scoperta delle ecoscuole in viaggio tra Italia e Spagna

La realtà delle ecoscuole è ancora molto limitata nel nostro paese. Questa tesi, partendo da una spiegazione di cosa sia il progetto ecoscuola, vuole cercare di capire quali sono le differenze tra l'Italia e la spagna, in cui il programma è molto più diffuso, nonchè quale sia l'opinione dei docenti che aderiscono al progetto in merito alla sua validità e funzionalità.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.INTRODUZIONE In questi ultimi anni, soprattutto da quando mi sono trasferita a vivere da sola a Bologna per frequentare l'università, ho iniziato ad interessarmi all'educazione ambientale, ai temi del riciclo e dello stile di vita ecologico. Vivendo sola ho potuto comprendere davvero quanti sono gli sprechi che facciamo ogni giorno senza rendercene conto, dall'energia all'acqua e, soprattutto, dalla grande quantità di rifiuti che produciamo. Con l'idealismo tipico dei giovani decisi che volevo cambiare le cose e cominciai a prendere sul serio il motto: pensare globale, agire locale. Da allora piccole cose, che possono sembrare insignificanti, hanno iniziato a cambiare per me, spesso rendendomi strana agli occhi di chi ancora voleva rimanere nel proprio guscio di sicurezza, mantenendo tutte le comodità a cui era abituato. Durante il mio erasmus a Granada, però, mi sono resa conto di non essere sola e ho incontrato tantissimi giovani che, come me, avevano capito che di questo passo non si può continuare ad andare avanti, che le risorse sono limitate e noi le stiamo sprecando. Un giorno, a casa di un'amica, mi imbattei per caso in un volantino che promuoveva un corso di educazione ambientale e decisi immediatamente di frequentarlo. Questa fu la scintilla che mi fece davvero decidere di dedicare la mia tesi a questa tematica. Navigando sul web e pensando al mio ruolo come educatrice arrivai così a conoscenza del progetto ecoscuola e ne rimasi affascinata. Creare ecoscuole, infatti, significa creare i giovani del domani; giovani con coscienza ecologica, consapevoli di ciò che l'uomo sta facendo di male, ma anche delle immense potenzialità che avrebbe per provare a cambiare le cose. Lo scopo che mi sono prefissata per questa tesi è quello di dare luce al programma, che è già attivo da una ventina d'anni ma che, purtroppo, resta ancora sconosciuto ai più. Ho deciso di dedicarmi a due nazioni, l'Italia e la Spagna, perché sono gli unici posti in cui ho vissuto per davvero ed ero anche spinta dalla curiosità di vedere quale delle due fosse più all'avanguardia in questo progetto. Il mio lavoro si divide in tre capitoli. Il primo capitolo è dedicato ad un excursus storico sull'evoluzione dell'educazione ambientale dagli inizi, negli anni 70, fino all'attualità. In questa parte, dopo una breve riflessione di carattere generale, viene esaminata nello specifico la situazione delle due 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Martina Bressan Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 517 click dal 04/12/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.