Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Turismo Sostenibile e il caso dell'Isola dell'Asinara

Dall’inizio degli anni settanta la domanda turistica ha registrato un forte processo di crescita nel mondo e una notevole diffusione territoriale; il turismo si appresta così a diventare rapidamente la prima industria del XXI secolo; tale crescita sarà trainata dall’aumento incessante del numero dei turisti. Si parla pertanto di un settore che, in misura maggiore rispetto ad altri, utilizza le risorse ambientali come principale materia prima per la propria funzione produttiva; nella grande maggioranza dei casi si tratta di risorse non riproducibili che giocano un ruolo fondamentale nel determinare il grado di attrazione di una nazione o di una località verso i turisti.
Negli stessi anni aumenta la consapevolezza della dimensione planetaria della questione ambientale che ha portato allo sviluppo delle iniziative per la difesa dell’ambiente globale e locale. In particolare da una decina di anni a questa parte è stato riconosciuto il peso che i modelli tradizionali di sviluppo dell’industria turistica hanno in termini di impatto negativo sull’ambiente e sul tessuto sociale delle comunità ospitanti.
A fronte di questa consapevolezza, sta oggi crescendo la preoccupazione per gli obblighi che le generazioni di oggi hanno nei confronti di quelle future, secondo il concetto di sostenibilità intesa come “soddisfazione dei bisogni del presente senza compromettere la possibilità di soddisfare quelli delle generazioni future”. A questo concetto fanno riferimento, peraltro, le più recenti ed importanti “Carte per un turismo sostenibile” (Carta di Lanzarote; Dichiarazione di Berlino) che contengono definizioni e principi generali del turismo sostenibile.
In questo lavoro si considerano gli sviluppi e le conseguenze della crescita dell’industria turistica a livello mondiale sull’ambiente fisico, economico e sociale delle aree turistiche, in modo specifico nell’ambito della Sardegna, regione a vocazione turistica. L’oggetto del lavoro è, quindi lo sviluppo del turismo sostenibile e l’obiettivo è quello di analizzare la creazione di un prodotto turistico sostenibile dal punto di vista delle relazioni col mercato. Questo significa fare attenzione alle caratteristiche della domanda e dell’offerta contemplando le esigenze di entrambi con la prospettiva di sostenibilità.
All’interno del progetto si illustra in che modo vengano applicate le politiche di Turismo Sostenibile attraverso svariati strumenti e principi quali “Agenda21”, programmi “Bandiera Blu” della FEE, Ecolabel, e politiche di salvaguardia dell’ambiente. Da questo lavoro emerge che lo sviluppo del turismo in Italia dovrà basarsi su criteri di sostenibilità e rispettare nel lungo periodo l’ambiente e l’ecologia per riuscire a perdurare nel tempo; per fare ciò, all’analisi teorica segue un caso di studio; nello specifico si illustra in concreto il caso del Parco Nazionale dell’Asinara, area marina protetta valorizzata attraverso i principi di sostenibilità. Il lavoro è strutturato nella seguente modalità: nel primo capitolo si parlerà delle tendenze e delle conseguenze del fenomeno turistico, nel secondo capitolo vengono trattati gli strumenti per una politica sostenibile, e nel terzo capitolo viene analizzato il caso di studio del Parco Nazionale dell’Asinara, area marina protetta valorizzata secondo i principi di sostenibilità.
Il lavoro è strutturato nella seguente modalità: nel primo capitolo si parlerà delle tendenze e delle conseguenze del fenomeno turistico, nel secondo capitolo vengono trattati gli strumenti per una politica sostenibile, e nel terzo capitolo viene analizzato il caso di studio del Parco Nazionale dell’Asinara.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Dall’inizio degli anni settanta la domanda turistica ha registrato un forte processo di crescita nel mondo e una notevole diffusione territoriale; il turismo si appresta così a diventare rapidamente la prima industria del XXI secolo; tale crescita sarà trainata dall’aumento incessante del numero dei turisti. Si parla pertanto di un settore che, in misura maggiore rispetto ad altri, utilizza le risorse ambientali come principale materia prima per la propria funzione produttiva; nella grande maggioranza dei casi si tratta di risorse non riproducibili che giocano un ruolo fondamentale nel determinare il grado di attrazione di una nazione o di una località verso i turisti. Negli stessi anni aumenta la consapevolezza della dimensione planetaria della questione ambientale che ha portato allo sviluppo delle iniziative per la difesa dell’ambiente globale e locale. In particolare da una decina di anni a questa parte è stato riconosciuto il peso che i modelli tradizionali di sviluppo dell’industria turistica hanno in termini di impatto negativo sull’ambiente e sul tessuto sociale delle comunità ospitanti. A fronte di questa consapevolezza, sta oggi crescendo la preoccupazione per gli obblighi che le generazioni di oggi hanno nei confronti di quelle future, secondo il concetto di sostenibilità intesa come “soddisfazione dei bisogni del presente senza compromettere la possibilità di soddisfare quelli delle generazioni future”. A questo concetto fanno riferimento, peraltro, le più recenti ed importanti “Carte per un turismo sostenibile” (Carta di Lanzarote; Dichiarazione di Berlino) che contengono definizioni e principi generali del turismo sostenibile. In questo lavoro si considerano gli sviluppi e le conseguenze della crescita dell’industria turistica a livello mondiale sull’ambiente fisico, economico e sociale delle aree turistiche, in modo specifico nell’ambito della Sardegna, regione a vocazione turistica. L’oggetto del lavoro è, quindi lo sviluppo del turismo sostenibile e l’obiettivo è quello di analizzare la creazione di un prodotto turistico sostenibile dal punto di vista delle relazioni col mercato. Questo significa fare attenzione alle caratteristiche della domanda e dell’offerta contemplando le esigenze di entrambi con la prospettiva di sostenibilità. All’interno del progetto si illustra in che modo vengano applicate le politiche di Turismo Sostenibile attraverso svariati strumenti e principi quali “Agenda21”, programmi “Bandiera Blu” della FEE, Ecolabel, e politiche di salvaguardia dell’ambiente. Da questo lavoro emerge che lo sviluppo del turismo in Italia dovrà basarsi su criteri di sostenibilità e rispettare nel lungo periodo l’ambiente e l’ecologia per riuscire a perdurare nel tempo; per fare ciò, all’analisi teorica segue un caso di studio; nello specifico si illustra in concreto il caso del Parco Nazionale dell’Asinara, area marina protetta valorizzata attraverso i principi di sostenibilità. Il lavoro è strutturato nella seguente modalità: nel primo capitolo si parlerà delle tendenze e delle conseguenze del fenomeno turistico, nel secondo capitolo vengono trattati gli strumenti per una politica sostenibile, e nel terzo capitolo viene analizzato il caso di studio del Parco Nazionale dell’Asinara, area marina protetta valorizzata secondo i principi di sostenibilità. Il lavoro è strutturato nella seguente modalità: nel primo capitolo si parlerà delle tendenze e delle conseguenze del fenomeno turistico, nel secondo capitolo vengono

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Betteghella Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3726 click dal 04/12/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.