Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro carcerario. Origine ed evoluzione normativa. L'esperienza del carcere di Pisa

il lavoro carcerario, come elemento del trattamento penitenziario, nella sua evoluzione. Un excursus che parte dalla sua origine nelle istituzioni segreganti, in Inghilterra ed Olanda, sino ad arrivare ai giorni nostri, esaminando tutta l'evoluzione normativa della legislazione italiana in materia. una particolare attenzione è dedicata alle recenti novità introdotte dalla legge Smuraglia, ed all'esame di alcune esperienze concrete realizzate nel carcere di Pisa.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 SEZIONE PRIMA La nascita del lavoro carcerario in Inghilterra ed Olanda 1.1.1 L’Inghilterra del XV e XVI secolo. Nell’esaminare l’istituto del lavoro carcerario non si può prescindere, seppur brevemente, da alcune considerazioni storiche, riguardanti i Paesi in cui esso ha avuto origine 1 , Inghilterra ed Olanda. L’Inghilterra dei secoli XV e XVI fu teatro di grandi trasformazioni sociali, prima fra tutte la formazione del proletariato; lo scioglimento dei seguiti feudali, la secolarizzazione dei beni ecclesiastici, il sempre più pesante carico di lavoro gravante sulle masse contadine e la conseguente fuga dalle campagne verso le grandi città 1 Per un completo esame dell’argomento e considerazioni storiche, politiche, economiche e sociali si veda MELOSSI-PAVARINI, Carcere e Fabbrica, Bologna, 1977, passim.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Laura Casciato Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6260 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.