Skip to content

Il marketing bancario

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Galli Tognota
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Michele Quintano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 108

A conclusione dell’analisi e del percorso affrontato, banca - territorio - clientela - mix prodotti/distribuzione, risulta chiaro che la funzione marketing è rientrata e rientrerà sempre di più con prepotenza nel processo di ripianificazione dell’attività bancaria, con i suoi tradizionali apporti nelle aree tipiche della segmentazione, del targeting, del positioning, del mix di prodotti e relative politiche distributive e nell’audit, e non ultimo, con un forte orientamento alla costruzione di un rapporto dialettico con i mercati di riferimento. Ciò, in quanto essa ha come obiettivo principale, oramai più volte detto, quello di monitorare la soddisfazione del cliente finale per garantire all’azienda bancaria un plus competitivo nei confronti delle strategie e dei concorrenti e, in ultima istanza, la continuità del rapporto.
Molte ortodossie andranno quindi via via cancellate e le novità dovranno consapevolmente e coerentemente coinvolgere tutti gli aspetti della gestione della banca.
L’evolversi continuo del mercato attraverso il proliferare di prodotti e servizi nuovi (si pensi a quanti prodotti vendeva la banca 15/20 anni fa e a quanti ne vende oggi) richiederà particolari attenzioni e la necessità di continui aggiustamenti e quindi di strutture flessibili, di certo in contrasto con la mentalità burocratico/distaccata. Naturalmente questa necessità di ridisegnare i modelli di gestione penalizzerà le “imprese” bancarie che non saranno capaci di adeguarsi prontamente.
L’augurio che mi sento di dare, e in futuro spero di parteciparvi in prima persona, è che si dia vita ad un “laboratorio” di idee innovative, che potranno favorire sentieri di ricerca per migliorare la qualità dei servizi/prodotti offerti dalle nostre banche, a tutto vantaggio della clientela, delle stesse banche e in più in generale a tutto il sistema economico.
In questo nuovo modo di far banca, il ruolo del management sarà decisivo, così come in verità lo è sempre stato. Per tale motivo, mi piace concludere con una frase del ex governatore della Banca d’Italia e Presidente della Repubblica Luigi Einaudi: “le difficoltà dell’arte bancaria sono (e saranno sempre più) eccezionali, ma il fattore di primo successo della banca, è l’uomo”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La legislatura italiana, come vedremo in seguito, definisce la banca un’impresa autorizzata a raccogliere risparmio, tramite forme diverse presso il pubblico ed a erogare credito. Più nel dettaglio, “la banca è un azienda di produzione che svolge sistematicamente, istituzionalmente e a proprio rischio un attività di intermediazione finanziaria, cioè un attività di conferimento di risorse finanziarie a titolo di credito, utilizzando prevalentemente fondi ottenuti da terzi a titolo di debito e, in parte minore, a titolo di capitale proprio” 1 . Tali definizioni, in un’analisi più ampia, sono piuttosto riduttive e definiscono la banca il solo luogo della contabilità, dei numeri, dei finanziamenti, dei depositi e dei prelievi. La banca invece oggi è molto di più, la potremmo definire “uno dei crocevia sociali dove si incontrano e riflettono sempre più sogni e bisogni delle persone” 2 . Pertanto, in quest’ottica, il denaro e la finanza costituiscono solo “strumenti” per la ricerca di un benessere, (non solo economico) dei soggetti, e più in generale dell’intero sistema nazione; mentre la banca può proporsi come partner della persona umana (intenta a soddisfare i propri molteplici bisogni) nelle sue diverse “forme”: persona fisica, azienda, ente ecc. 3 1 Nadotti P., Porzio C., Previati D., (2010), Economia degli intermediari finanziari, McGraw Hill, Milano, p.95. 2 Siri G., ordinario di teorie della personalità e comportamenti di consumo presso l’Università IULM di Milano. 3 Cfr.: Rutelli P., Zani G., Inama L., (2003), La segmentazione dei comportamenti di consumo, Franco Angeli, Milano, p.13 e segg.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
banca
segmentazione
marketing bancario
segmentazione della clientela
clientela bancaria

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi