LE PASSIONI AL MURO - Analisi semiotica delle scritte sentimentali sui muri in città

Questa tesi di laurea si propone un’analisi e una trattazione di un corpus di scritte per lo più sentimentali, di cui i muri, e non solo, della città di Palermo sono tappezzati, ma anche murales, che per il messaggio che trasmettono e, o, per la tecnica con cui sono scritti, possono essere considerati "artistici".
L’approccio che ho utilizzato per le scritte può essere considerato diretto, in quanto ho dapprima ricercato e successivamente fotografato quelle che esprimessero pienamente
un carattere sentimentale e passionale. Al contempo, ho operato una successiva selezione, distinguendo le scritte, da me immortalate, in varie sotto-sezioni, a seconda di quale passione venisse fuori, o prevalesse sulle altre, a primo impatto, alla lettura del loro messaggio.
Relativamente, invece, ai murales, ne ho osservati ed esaminati diversi, tratti da
fotografie degli stessi, che rappresentano ed espongono la concretizzazione di un lavoro artistico, ideato da Steve Powers. Molte di queste foto si trovano pubblicate all’interno di un sito web americano, www.aloveletterforyou.com, così denominato dal titolo omonimo del progetto di Powers.
Inoltre, ho considerato pertinente ai fini del mio lavoro cimentarmi nell’analisi di alcune dinamiche passionali presenti all’interno di due libri di Federico Moccia, "Tre metri sopra il cielo" e "Ho voglia di te". Sebbene anche gli altri romanzi dello scrittore romano trattassero delle relazioni amorose, ho puntato la mia attenzione esclusivamente su questi due scritti, in quanto sono gli unici che, oltre ad esporre delle situazioni emotive ben definite, presentano episodi rappresentativi all’interno della vicenda, in cui i protagonisti comunicano e danno dimostrazione e atto dei loro stati d’animo attraverso la scrittura di messaggi sui muri.
Nel redarre questo progetto, fondamentale è stato il porre in considerazione non solo il contenuto presente all’interno delle scritte e dei murales, ma anche la loro ubicazione(in quale struttura architettonica risultano essere affissi), la loro collocazione (in quale punto della suddetta struttura si trovano posizionati), nonché la comprensione, a ritroso, di tutte quelle dinamiche, passionali e non, che hanno indotto gli autori alla realizzazione dei loro messaggi.
L’approccio teorico, mediante il quale si è deciso di affrontare quest’analisi, è incentrato su un taglio di natura semiotica.
Nella realizzazione del mio progetto, diversi sono stati gli autori, nonché i loro relativi scritti, ai quali ho fatto riferimento, citandoli e prendendo in considerazione le loro teorie. Di primaria importanza, è risultato, senz’altro, la lettura di tre libri di A.J. Greimas, semiologo lituano che ha contribuito alla teoria semiotica fondando la semiotica strutturale.
La semiotica delle passioni, nella quale mi sono cimentato per lo svolgimento del mio lavoro, trova i suoi strumenti metodologici nell’analisi dei testi, alla ricerca delle strutture più astratte e generalizzabili. I testi potranno essere filosofici, narrativi, poetici, pittorici, ma sempre, pur con le specifiche differenze, ci si dovrà confrontare con i soggetti semiotici ricostruiti a partire da essi; di questi soggetti vengono costruiti i simulacri ricchi di attribuzioni modali.
All’interno del mio progetto, ho ritenuto pertinente anche inserire delle rilevanti considerazioni elaborate da Roland Barthes, all’interno di uno dei suoi libri più importanti, Frammenti di un discorso amoroso (1977). Il libro non è un racconto sull’amore, ma un discorso, un monologo simulato e frammentato in "figure", che sono quelle che l’innamorato, il soggetto amoroso, si ritrova a rappresentare, ognuna definita dalle sue parole chiave.
La tesi è suddivisa in 5 capitoli. Nel primo, "propedeutico", sono stati inseriti alcuni riferimenti teorici generali indispensabili per comprendere la ricostruzione dell’analisi empirica che è contenuta nei capitoli successivi.
Il secondo propone una riflessione in merito alla dimensione sociale, nella quale e per la quale ha origine il fenomeno della scrittura e della pittura sui muri.
All’interno dei successivi tre capitoli, sarà trattata l’analisi semiotica del corpus, dunque delle scritte sentimentali, delle scritte "artistiche", nonché dei processi passionali che si sviluppano nei due romanzi di Moccia.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Questa tesi di laurea si propone un’analisi e una trattazione di un corpus di scritte per lo più sentimentali, di cui i muri, e non solo, della città di Palermo sono tappezzati, ma anche murales, che per il messaggio che trasmettono e, o, per la tecnica con cui sono scritti, possono essere considerati “artistici”. L’approccio che ho utilizzato per le scritte può essere considerato diretto, in quanto ho dapprima ricercato e successivamente fotografato quelle che esprimessero pienamente un carattere sentimentale e passionale. Al contempo, ho operato una successiva selezione, distinguendo le scritte, da me immortalate, in varie sotto-sezioni, a seconda di quale passione venisse fuori, o prevalesse sulle altre, a primo impatto, alla lettura del loro messaggio. Relativamente, invece, ai murales, ne ho osservati ed esaminati diversi, tratti da fotografie degli stessi, che rappresentano ed espongono la concretizzazione di un lavoro artistico, ideato da Steve Powers. Molte di queste foto si trovano pubblicate all’interno di un sito web americano, www.aloveletterforyou.com, così denominato dal titolo omonimo del progetto di Powers. Inoltre, ho considerato pertinente ai fini del mio lavoro cimentarmi nell’analisi di alcune dinamiche passionali presenti all’interno di due libri di Federico Moccia, “Tre metri sopra il cielo” e “Ho voglia di te”. Sebbene anche gli altri romanzi dello scrittore

Laurea liv.I

Facoltà: GIORNALISMO PER UFFICI STAMPA

Autore: Roberto Tarantino Contatta »

Composta da 108 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 775 click dal 17/12/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.