Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La misurabilità dell'impatto economico degli eventi culturali

La tesi svolta presso l’Università di Palermo si è posta l’obiettivo di analizzare la cultura e gli eventi culturali come input principali per uno sviluppo diversificato ed integrato del turismo.

Alcuni dati sull’economia legata agli eventi culturali:
1) In Italia si svolgono in media 1.600 mostre e 1.200 festival ogni anno;
2) Il valore aggiunto nel 2007 era pari a 113 Mld€ (9,1% del Pil);
3) Gli occupati nel settore culturale sono l’1,1% del totale occupati.
(Fonte: Istituto Tagliacarne, Eurostat.)

La fase conclusiva della tesi ha presentato il caso concreto di impatto economico di un evento culturale in Sicilia:
il Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, il Festival internazionale dell’integrazione culturale, un importante appuntamento che si rinnova da quindici anni.

I calcoli sono stati effettuati basandosi sui dati dell”edizione 2011, con l’ausilio del calcolatore di impatti REGOLO.
A fronte degli investimenti pubblici e privati per la realizzazione dell’evento, e grazie ai flussi di turisti ed escursionisti attirati dall’evento, si è valutato quantitativamente un impatto economico sul territorio pari a 3,8 Mln€, generando 15 ULA (Unità Lavorative Annue) nei vari settori economici, in particolare 10 nel settore dei servizi (tradizionali e avanzati).

Nota: gli impatti calcolati da REGOLO sono in questo caso relativi alla Sicilia, e sono stati ottenuti con l’ausilio di tavole input-output opportunamente regionalizzate a partire dalle tavole nazionali pubblicate dall’Istat.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Nell’ambito dell’economia del turismo, il seguente lavoro ha l’obiettivo di analizzare la cultura e gli eventi culturali come input principali per uno sviluppo diversificato ed integrato del turismo. L’elaborato inizia presentando un quadro europeo del settore culturale durante gli ultimi anni. Nei paragrafi successivi segue un’analisi, in ambito nazionale, sulla gestione amministrativa ed economica degli eventi culturali e delle opportunità che presenta quest’ambito per l’Italia. Nel secondo capitolo vengono esposte le metodologie e gli strumenti economici adatti alla misurabilità economica degli eventi culturali. Verranno esposti, dunque, i dati necessari per la misurabilità d’impatto come la spesa totale legata ad un evento, i moltiplicatori economici e le tavole di interdipendenza settoriale. Si approfondiranno le ultime metodologie di rivelazione economica che i beni e gli eventi culturali potrebbero sfruttare per una valorizzazione sociale, economica, identitaria e occupazionale. Verrà presentato e analizzato anche il ruolo che i decisori pubblici giocano in questo settore, e dei loro rapporti con i privati. Il terzo capitolo presenta un caso concreto di impatto economico di un evento culturale in Sicilia, attraverso un’ innovativa metodologia di calcolo web based elaborata da step-ricerche s.r.l. . L’evento analizzato è stato il cous cous fest di San Vito lo Capo per l’anno 2011. Attraverso il software è stato altresì possibile creare un’analisi preventiva d’impatto economico in seguito ad un eventuale maggior apporto di risorse per il festival. Nell’ultimo capitolo, quindi, si presenteranno le opportunità di aiuto e supporto che queste analisi possono significare sia per l’economia del turismo sia per creare sinergie di rete e cooperazione nella nostra Regione.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Davide Cannata Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4172 click dal 18/12/2013.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.