Logica di funzionamento e analisi dei processi dell’incubatore dell’Università della Calabria: "Il caso TechNest"

Il lavoro di tesi realizzato ha come obiettivo l’analisi dei processi dell’Incubatore dell’Università della Calabria al fine di individuare da un lato quali sono le maggiori criticità durante la fase di start-up delle nuove imprese, dall’altro di applicare un approccio formale per uno studio qualitativo orientato all’analisi dei processi (con l’ausilio del formalismo IDEF0), analizzando la logica di funzionamento dell’incubatore e dei servizi offerti e facilitando l'identificazione di problematiche e limiti nella gestione dei servizi offerti alle Start-up.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 3 Introduzione La creazione di nuove imprese è un fenomeno che riveste un’estrema rilevanza date le sue implicazioni sia in termini d’apporto innovativo e di sviluppo dei diversi settori, sia per lo sviluppo economico territoriale. Il motore principale della nascita di nuove imprese risiede nell’architettura e nella concorrenzialità del sistema di ricerca, nella sua flessibilità e capacità di generare nuove opportunità di crescita economica attraverso la formazione di capitale umano qualificato e anche nel contesto di programmi “mission oriented“ che combinano la ricerca scientifica di base con quella applicata. In un’economia “knowledge-driven” come quella odierna, la competitività del sistema Paese dipende da un lato dalla capacità delle imprese di competere nei settori science-based, dall’altra dalla capacità di un Paese di attivare meccanismi virtuosi di selezione di idee innovative d’impresa e di accelerazione del loro processo di sviluppo. Un ruolo importante è rivestito dagli incubatori d’impresa. Un incubatore rappresenta uno strumento di sostegno all’imprenditorialità, avente come obiettivo la minimizzazione dei costi (attraverso la condivisione di strutture, spazi e servizi), l’assistenza nella redazione del business plan, la spinta verso il mercato, l’orientamento al medio-lungo termine e la creazione di un valido network di contatti sia a livello di clientela che di partner e interlocutori finanziari. Il presente lavoro di tesi è strutturato in due parti. La prima parte analizza gli attori che intervengono nel processo di innovazione analizzandone le evoluzioni dei ruoli e delle funzioni svolte e cercando di individuare gli elementi che contraddistinguono il nostro paese. Sono analizzati i principali schemi di incubazione di impresa e i processi di investimento e come venga ad instaurarsi una correlazione tra le figure individuate. Infine, si è cercato di cogliere quali siano i drivers e i principali fattori di rischio e le maggiori criticità durante la fase di start-up delle nuove imprese. La seconda parte del lavoro, invece, si rivolge in modo più specifico al ruolo degli incubatori nell’avvio e nello sviluppo della nuova imprenditorialità, attraverso l’analisi dei servizi offerti con particolare riferimento al caso di studio “TechNest”, l’incubatore dell’Università della Calabria. Vengono elaborati e presentati i dati di monitoraggio che sono stati raccolti dai responsabili dell'incubatore nel 2011, avanzando anche una ipotesi di analisi sintetica basata

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Camillo Straface Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 660 click dal 18/12/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.