Skip to content

La cultura ferita di un paese diviso - La diversa ricezione di Kurt Tucholsky nelle due Repubbliche tedesche durante gli anni del Muro di Berlino

Informazioni tesi

  Autore: Rachele Villani
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Giulia Cantarutti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

Dopo la Seconda Guerra Mondiale un Paese abitato da un unico popolo, parlante una sola lingua ed erede di uno stesso passato viene diviso in due entità politiche distinte: nel 1949 in Germania nascono la Bundesrepublik Deutschland (BRD) e la Deutsche Demokratische Republik (DDR), separate a partire dal 1961 dal Muro di Berlino. Sul suolo tedesco si consuma così il conflitto ideologico che per quasi mezzo secolo divide l'Europa in due blocchi, quello occidentale capitalista e quello orientale socialista.
La drammatica divisione della Germania segna profondamente ogni aspetto della vita del popolo tedesco di quegli anni e le differenze imposte dal Muro sono pertanto evidenti non solo sul piano politico, economico, e sociale, ma anche su quello culturale. In particolare, la nascita di due Stati tanto distanti dal punto di vista ideologico ha affermato nelle due Repubbliche tedesche visioni del mondo contrastanti che hanno influenzato, oltre alla produzione, anche la ricezione delle opere artistiche e, nel nostro caso, letterarie.
Con il presente lavoro si intende dimostrare quanto fosse profonda la diversità tra la Germania dell'Est e quella dell'Ovest attraverso l'analisi di documenti che testimoniano la diversa ricezione nelle due Repubbliche tedesche della vita e dell'opera di Kurt Tucholsky, autore weimariano politicamente impegnato e, seppur vicino ai cosiddetti "Linksintellektuelle", portatore di un punto di vista sempre obiettivo ed imparziale nei confronti di tutte le parti politiche. Nei documenti analizzati risulta evidente come nella DDR e nella BRD un passato comune a tutto il popolo tedesco, interpretato secondo le opposte prospettive imposte dalla divisione politica e dalla contrapposizione ideologica, venga per certi versi sdoppiato, conformandosi alla condizione di un presente diviso.
L'idea che la ricezione delle opere letterarie sia in larga misura determinata dalle condizioni storiche, sociali e culturali nelle quali essa si verifica sta alla base della cosiddetta teoria della ricezione elaborata tra gli anni Sessanta e Settanta del XX secolo da alcuni esponenti della Scuola di Costanza. Tra questi, in particolare, lo studioso tedesco Hans Robert Jauss sostiene che la ricezione di un'opera sia un processo di natura dialogica, durante il quale il pubblico dei lettori diviene componente attiva nella produzione del senso dell'opera stessa. Egli introduce nei suoi scritti i concetti di "orizzonte dell'aspettazione" (o "orizzonte d'attesa"), ovvero le condizioni che caratterizzano la prima ricezione di un'opera, e di "orizzonte dell'esperienza", cioè l'insieme delle esperienze storiche, culturali e personali di cui ciascun recipiente è portatore, definendo il processo di ricezione dei testi letterari come incontro e mediazione tra questi due orizzonti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La Germania ha attraversato nel corso della propria storia situazioni politiche estremamente travagliate, le cui conseguenze hanno inevitabilmente investito ogni aspetto della vita sociale e culturale del Paese. Particolarmente complesso da questo punto di vista è stato per la Germania il XX secolo, durante il quale sono state proclamate diverse forme di Stato, sono state combattute due guerre mondiali, sono stati consumati atroci crimini contro lʼumanità, è stata temuta per quasi mezzo secolo una guerra mai scoppiata, ma costantemente combattuta, ed è stato eretto un muro che ne è divenuto il simbolo e che avrebbe dovuto dividere definitivamente i due Stati nati dalle ceneri di un solo Paese abitato da un unico popolo. Durante gli anni della divisione sono sorte sul suolo tedesco due entità politiche distinte, la Bundesrepublik Deutschland (BRD) e la Deutsche Demokratische Republik (DDR), le quali hanno seguito sviluppi profondamente diversi tra loro per quanto riguarda forma di Stato, istituzioni, sistema economico, alleanze internazionali, nonché aspetti più profondi quali società e cultura. Nella vita culturale del popolo tedesco di quegli anni i segni della divisione si sono manifestati non solo nella produzione artistica, ma anche nella ricezione di quanto ereditato dalle generazioni precedenti: un unico passato, estremamente travagliato, ma condiviso da tutti i cittadini tedeschi, visto attraverso due lenti diverse ed interpretato secondo due chiavi di lettura differenti si è come sdoppiato in due passati, adattandosi ad un presente ugualmente diviso. Gli sviluppi che hanno interessato la cultura, al pari di quelli politici, economici e sociali, possono pertanto essere considerati sintomatici delle profonde differenze imposte dal Muro. Con questo lavoro si intende appunto far emergere tale diversità attraverso lʼanalisi della ricezione nella BRD e nella DDR della vita e dellʼopera di Kurt Tucholsky, vissuto ai tempi della Repubblica di Weimar e dellʼascesa del nazionalsocialismo, autore e pubblicista politicamente 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

letteratura tedesca
guerra fredda
repubblica di weimar
germania
ddr
muro di berlino
brd
ricezione
kurt tucholsky

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi