Skip to content

Eurocrisis

Informazioni tesi

  Autore: Luigi Dufour
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative
  Corso: Economia dei Mercati e degli Intermediari Finanziari
  Relatore: Andrea Boitani
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 44

I first present European governance and its fragility in a context of a currency union. Then, after having understood the weakness of Eurozone in front of financial markets, I will analyze, through a macroeconomic model how asymmetric shock impacts in countries belonging to a monetary union in different scenarios: when the low of one price holds and when it does not hold anymore, in both cases I highlight how the fiscal policy impacts on the stabilizing process. Asymmetric shocks or a rise of internal prices, in addiction to constant negative balance sheets, may in turn lead some member states to be uncompetitive, the analysis will finally follow a model that studies the effects of competitiveness restore of an over-indebted and uncompetitive southern region on its debt dynamics.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 1. Introduction The sustainability of a single currency in the Euro zone has been intensively discussed in the last twenty years and, nowadays, the topic is even more debated. I believe that the question whether the Euro is, or is not, good for Europe is a really challenging and interesting one. There are many different points of view stemming from different interests; in other words, there are people claiming that the introduction of the Euro currency made everything more expensive, and complaining about the fact that there are evident imbalances between Germany and the southern European countries, while, on the other hand, Germans are sick and tired of transferring money to troubled countries, where more fiscal discipline would be needed. Yet another point of view is that held by the entrepreneurs who cheer in the name of a bigger market where trade is easier, and by politicians, who are able to issue public debt at a lower cost, although paying the price of a lower independence. Economists, instead, are divided, with many Americans questioning the sustainability of the single currency and others arguing the Eurozone does not satisfy many of the requirements first presented by Mundell (“A theory of optimum currency areas”, 1961) needed for an optimum currency area; others also claim that the best way of designing a sustainable currency union is to create a fiscal union and federalize public debts in the first place, and than to develop a monetary union, similarly to what the United States did in the eighteenth century with Alexander Hamilton. For example, Feldstein, professor at Harvard and president of the National Bureau of Economic Research, had a very sceptic position about EMU well before its implementation, when he stated: “a European monetary union would be an economic liability. The gains from reduced transaction costs would be small and might, when looked at from the global point of view, be negative. At the same time, EMU would increase cyclical instability, raising the cyclical unemployment rate. Although it is less certain, I believe that the EMU would also make it more difficult to reduce structural unemployment and would increase the risk of protectionist policies toward non-EMU countries”. However, the founding fathers and promoters of the Euro were lead by the conviction that a monetary union would bring along more integration, an increase in intra-European trade and a

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

competitiveness
monetary policy
fiscal policy
eu governance
network governance
asymmetric shocks
eurocrisis

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi