Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo strategico della CSR e della Corporate Reputation. Il caso Eni in Africa

L'elaborato ha analizzato come lo sviluppo sostenibile ed una gestione strategica della reputazione siano un fattore critico di successo per la creazione di un valore economico-sociale condiviso, specie in contesti ed in business difficili.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione. La Corporate Social Responsibility e la Corporate Reputation hanno assunto nel tempo una rilevanza peculiare, influenzando la fenomenologia del contesto istituzionale e sociale, affiancandosi alla sfera del mondo economico. L’elaborato presente intende analizzare criticamente questi temi, considerando la trasversalità e la crescente importanza degli stessi nell’attuale momento storico. Presupposto di quest’analisi sarà lo studio del ruolo strategico che questi due aspetti assumono nelle dinamiche competitive delle imprese, per poi dipartirsi da queste ultime ed estendersi in altri contesti, come quello dell’ambiente, della società civile e dei meccanismi di policy. Il mondo dell’energia, data la sua funzione strategica per qualsiasi percorso di sviluppo, rappresenta uno dei settori, se non il settore, su cui applicare questi temi. È proprio nell’ambito energetico che le politiche volte all’implementazione delle azioni di responsabilità sociale delle imprese ed al rafforzamento della reputazione d’impresa, sono divenute una chiave imprescindibile per aprire nuove opportunità di business e per rafforzare le azioni preesistenti. Le risorse, specie quelle naturali e, di conseguenza, quelle energetiche, potrebbero considerarsi come il punto di partenza di questo studio; esse rappresentano il primo punto di analisi da affrontare nel momento in cui un’impresa intende sviluppare una strategia, e in un mondo sempre più globale - dove la loro disponibilità diviene sempre più preziosa per poter soddisfare le esigenze di una popolazione che nel 2030 supererà la cifra degli otto miliardi - un nuovo approccio per il loro sfruttamento ed una differente modalità sia di gestione che di distribuzione, sono da considerarsi alla base di tanti altri meccanismi. Questo obiettivo deve caratterizzare la vita di ogni individuo ma, soprattutto, deve essere inseguito in maniera molto più incisiva e radicale dalle istituzioni, che ne dovrebbero stabilire i meccanismi e fissarne i parametri di misura e di controllo; inoltre, soprattutto le grandi organizzazioni economiche che basano le loro attività di

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Vella Contatta »

Composta da 114 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1831 click dal 14/01/2014.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.