Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'infermiere nell'assistenza al paziente psichiatrico in fase acuta: emergenza psichiatrica e SPDC

tesi sul ruolo infermieristico in ambito psichiatrico, la sua evoluzione attraverso normative, codice deontologico e aree specialistiche, con uno sguardo anche alla psichiatria in generale, con trattamento del paziente psichiatrico nelle varie fasi e i farmaci utilizzati nella terapia. Capitolo con evoluzione del sistema sanitario psichiatrio e la creazione del Dipartimento di salute Mentale attraverso il Progetto Obiettivo Salute mentale in Campania. Capitoli specifici sulla figura dell'infermiere nel percorso terapeutico/riabilitativo del paziente psichiatrico e le differenze nel rapporto con un paziente generico e quello psichiatrico, infine un capitolo sull'esperienza in un SPDC.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 La tesi che andrò a trattare riguarda un campo sanitario spesso sottovalutato e poco conosciuto, oggetto di nozioni qualunquistiche e svariati pregiudizi sia in generale da parte della società, sia nello specifico dagli operatori sanitari, ossia la Psichiatria. Nonostante ciò si è evinto da recenti statistiche che quasi il 13% della popolazione mondiale soffre di disturbi psichici, e di questa percentuale, solo una piccola parte si rivolge a strutture e personale specialistico. Questo fa comprendere quanto un’adeguata conoscenza e sviluppo di questo campo sanitario, siano fondamentali per mantenere uno stato di benessere fisico e psichico della persona, visto che , sempre più persone soffrono di malesseri psichici a sé stanti o correlati a stati patologici. Per poter capire l’ambito medico-psichiatrico, cogliere le diverse sfumature tra trattamento sanitario e trattamento sanitario psichiatrico e per valutare gli interventi e l’assistenza infermieristica specifica, bisogna avere un punto di partenza, quindi dobbiamo porci una domanda essenziale: Che cos’è la malattia mentale?. La concezione attuale della malattia mentale è più complessa rispetto al passato, e vede una sostanziale convergenza del mondo scientifico internazionale e della stessa organizzazione mondiale della sanità(OMS); per malattia mentale oggi si intende un disturbo multifattoriale dove elementi biologici, psicologici e sociali, giocano un ruolo fondamentale nella genesi, nell’evoluzione e nel trattamento della malattia stessa. In passato invece, il malato di mente era considerato organicamente deteriorato, inguaribile, pericoloso per sé e per gli altri, intrattabile. Quindi non erano previsti trattamenti sanitari volti alla riabilitazione psicofisica del paziente, bensì vi era una ghettizzazione di questo tipo di pazienti. In particolare la figura infermieristica non aveva come compito l’assistenza del paziente, ma era considerato un custode, alla stregua di un carceriere. Oggi le cose sono cambiate, grazie soprattutto alla legge 180 del 1987, per cui i diritti umani del paziente psichiatrico non sono più ignorati, inoltre esso non viene più considerato inguaribile e si fa il possibile per assicurargli il reintegro nella società, senza quindi ghettizzarlo. Anche la figura dell’infermiere psichiatrico ha avuto un’ evoluzione, attualmente è un operatore sanitario competente ed adeguato al suo ruolo, che lavora in sinergia con l’équipe medica e che in particolare in questo ambito, funge da mediatore e punto di contatto tra il paziente e il medico, oltre che valutare il paziente e riferire eventuali variazioni del suo stato al medico, che tiene in forte considerazione tale valutazione

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Roberta Garofalo Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 25511 click dal 15/01/2014.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.