Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il significato del débitage “Kombewa” nel Paleolitico medio: analisi tecno-economica dei materiali litici provenienti da Riparo Tagliente (VR), Carapia (RA), Podere Camponi (BO) e Fossato Conca d’Oro (MT).

Si invia, in questo lavoro, parte dei dati ottenuti dalla tesi di Master Erasmus Mundus in Quaternario e Preistoria, effettuato presso l'Università di Ferrara. Abbiamo preso in considerazione i materiali litici provenienti dal sito di Riparo Tagliente (VR) e dai siti di superficie di Carapia (RA), Podere Camponi (BO) e Fossato Conca d'Oro (MT), tutti attribuiti al Paleolitico medio. In particolare, sono stati individuati e analizzati i prodotti litici provenienti da un débitage Kombewa, sono stati regolati gli elementi naturali e tecnici che hanno influenzato la loro produzione e gestione. Lo studio si è basato solo su quei materiali litici con resti della faccia ventrale attribuiti ad un débitage Kombewa. Questo lavoro vuole, come obiettivo finale, indicare l'intenzionalità o meno della produzione Kombewa. I dati ottenuti sono stati sufficienti per affermare la non intenzionalità della produzione Kombewa: in questo modo, il débitage Kombewa sembra essere, almeno qui, una Chaîne opératoire secondaria esistente con percentuali non significative in 4 siti, anche se non dobbiamo dimenticare che le schegge provenienti da un metodo simile sono riconoscibili solo se conservano resti della faccia ventrale della scheggia nucleo.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Obiettivi della Ricerca La finalità di questo lavoro è l’individuazione e lo studio dei prodotti litici scaturiti dal débitage Kombewa e la definizione degli elementi naturali e tecnici che ne hanno condizionato la produzione e la gestione all’interno di un sito in stratigrafia e di tre siti di superficie del Paleolitico medio. L’osservazione si è basata unicamente su quei materiali che presentavano resti di faccia ventrale riferibili al metodo Kombewa, recuperati all’interno degli insiemi litici di superficie (nuclei e schegge ritoccate e non ritoccate) ed all’interno dei materiali del sito in stratigrafia, quali nuclei, schegge e strumenti. Sono stati esclusi, per quanto concerne quest’ultimo, tutti quei reperti considerati come débris. La tesi si sviluppa seguendo una linea guida che parte con l’introduzione dell’attività svolta, seguita dall’analisi dei materiali e dei metodi di studio impiegati per svolgere tale compito. È stato realizzato, anche, un esame complessivo delle materie prime con le quali sono stati fabbricati i materiali Kombewa. Dopo aver sinteticamente delineato la storia degli studi e delle linee di ricerca sul débitage Kombewa ed aver trattato il suo funzionamento, è stata sviluppata l’attenta considerazione tecnologica di tutto il materiale litico Kombewa recuperato. Infine, il lavoro è proseguito con i risultati e le osservazioni sulla gestione del metodo Kombewa, le conclusioni finali e le prospettive di studio. A chiusura della tesi, sono state allegate 2 appendici: A, con disegni e foto dei nuclei e delle schegge esaminate; B, con la legenda delle schede Excel ed il database Excel dei materiali indagati.

Tesi di Master

Autore: Anna Iliana Casini Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 640 click dal 17/01/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.