Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apocalisse nella terra di Gallinaro

Il presente lavoro è una ricerca empirica in cui si cerca di evidenziare il bisogno del sacro che pervade l'animo di ogni essere umano.
La rilevazione sul campo è stata effettuata a più riprese nell'arco di tempo compreso fra i mesi di agosto e settembre del 2002.
Il bisogno del sacro è esplicitato in determinati luoghi, attraverso continui pellegrinaggi, preghiere, canti, ex voto e sacrifici di ogni genere.
Il luogo che è stato scelto ad esempio è la "Nuova Gerusalemme" di Gallinaro, dove sorge la cappellina di Gesù Bambino.
Questo luogo non è riconosciuto ufficialmente dalla chiesa, esso non rientra nell'istituzione ecclesiastica, ma l'intento è proprio quello di dimostrare come un luogo, ritenuto dall'istituzione ecclesiastica pericoloso e soprattutto è vietato frequentarlo, ha prodotto, produce e produrrà benefici morali, fisici, sociali ed economici.
Si parla di benefici morali in quanto tutti coloro che si rivolgono a Gesù Bambino e che raggiungono questo luogo, affermano di aver avuto una trasformazione dell'animo, hanno acquistato una serenità che non avevano, una forza e una voglia di vivere che solo questo santuario può alimentare. I fedeli ricevono, non solo benefici morali ma anche fisici, infatti, dalle testimonianze raccolte e dagli ex voto che sono presenti nella cappellina si è rilevato che persone affette da malattie gravi e inguaribili, sono guarite con l'intervento di Gesù Bambino.
Si è parlato di benefici sociali ed economici perché i fedeli che frequentano questo luogo sono al servizio dei più deboli, si è rilevato che tra i pellegrini ci sono persone che dedicano la loro vita ai ragazzi che vivono per strada in quartieri disagiati e questo solo dopo aver conosciuto questo luogo.
Il santuario della "nuova Gerusalemme" ha prodotto anche benefici economici al paese di Gallinaro e ai paesi limitrofi, i pellegrini sono tanti, vengono da ogni parte del mondo e usufruiscono degli alberghi, dei parcheggi, ristoranti e bar della zona. Gli stessi abitanti hanno tratto giovamento da questo nuovo spazio sacro, perché la struttura del loro paese e i servizi pubblici sono migliorati. Non ci resta che sperare che questi luoghi non si estinguano, non importa se ciò che accade sia vero o falso, ciò che conta è che determinati luoghi sono per l'uomo vitali.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il presente lavoro è una ricerca empirica in cui si cerca di evidenziare il bisogno del sacro che pervade l’animo di ogni essere umano. La rilevazione sul campo è stata effettuata a più riprese nell’arco di tempo compreso fra i mesi di agosto e settembre del 2002. Il bisogno del sacro è esplicitato in determinati luoghi, attraverso continui pellegrinaggi, preghiere, canti, ex voto e sacrifici di ogni genere. Il luogo che è stato scelto ad esempio è la “Nuova Gerusalemme” di Gallinaro, dove sorge la cappellina di Gesù Bambino. Questo luogo non è riconosciuto ufficialmente dalla chiesa, esso non rientra nell’istituzione ecclesiastica, ma

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Angela Cicala Contatta »

Composta da 234 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2076 click dal 28/01/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.