Skip to content

Il Financial Fair Play: implicazioni e prospettive del business calcistico europeo

Informazioni tesi

  Autore: Antonio Zerbo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Catanzaro Magna Grecia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Maria Colurcio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 57

Il settore calcio fino alla metà degli anni '80 veniva considerato e pertanto analizzato solo dal punto di vista tecnico-sportivo. Successivamente si è tramutato in un vero e proprio fenomeno economico, tant'è vero che ad oggi, per la gestione di un club calcistico si fa ricorso a specifici modelli utilizzati da aziende appartenenti ad altri settori economici. Taluni club, considerano i loro atleti non come tali, ma come dei veri e propri asset (poichè contribuiscono in maniera incisiva a creare il valore della società stessa) in base ai quali porre in essere le migliori strategie. Un club di grandi dimensioni investe ingenti somme di denaro in questa categoria di asset con l'obiettivo di raggiungere risultati competitivi a livello sportivo, trascurando in tal modo l'aspetto finanziario e creando enormi margini di indebitamento. A tal proposito, tentando di porre rimedio a disparità di origine sempre più attinenti a componenti economiche-finanziarie e gestionali, la UEFA ha lanciato un progetto, una normativa: il Financial Fair Play. Tale normativa persegue l’obiettivo di far le società dai debiti contratti e condurle sulla via dell’autosostentamento, tramite la Break Even Rule, considerata principio elementare di sana amministrazione in base alla quale i club devono investire solo in funzione delle loro entrate.
In tale contesto si colloca il presente lavoro di tesi il cui obiettivo è stato quello di analizzare e approfondire il tema della gestione di una società sportiva e di analizzarla alla luce della normativa sul Financial Fair Play. La tesi si compone di tre capitoli.
Il primo capitolo analizza il tema della gestione dei club calcistici, eviden-ziando le dimensioni organizzative e gestionali, gli aspetti economici e le varie politiche di marketing che contraddistinguono il settore.
Nel secondo capitolo viene presentata la normativa del Financial Fair Play, mettendo in luce la mission, i relativi controlli finanziari in base ai quali vengono valutati i club e le varie criticità della disciplina.
Nel terzo e ultimo capitolo, vengono analizzate le principali implicazioni della normativa. La disamina verte su un focus che individua le principali fonti di ricavo ed effettua una comparazione tra le maggiori società calcistiche europee, dalla quale emergono le principali cause che producono, a sfavore dei club italiani, disuguaglianze in termini di business che, in funzione alla ferrea normativa, potrebbero compromettere la loro competitività negli anni a seguire.
Questo ultimo capitolo viene presentato attraverso analisi specifiche e mirate circa le implicazioni della normativa, ovvero i ricavi rilevanti e gli investimenti che danno credibilità a quello che è il concetto di sosteniblità del calcio nel lungo periodo.
Le analisi all'interno dell'elaborato riguardano:
I) la scomposizione dei ricavi delle maggiori realtà calcistiche europee;
II) Proventi derivanti da attività commerciali, quindi sponsorizzazione e merchandising. Relativamente a queste ultime voci, vengono esaminati nello specifico i 10 contratti di sponsorizzazione tecnica più ricchi d'Europa e il merchandising delle maglie. In tale sezione viene anche esaminato il caso del Paris St. German, il quale attraverso azioni di sponsorizzazione potrebbe eludere la normativa del FFP;
III) L'incidenza degli stadi di proprietà sui bilanci dei club e le varie strategie di diversificazione dei ricavi come ad esempio la cessione dei naming right. Inoltre, vengono esaminati -attraverso box illustrativi- gli esempi più vincenti di impianti multifunzionali come Juventus Stadium, Emirates Stadium, Allianz Arena, Amsterdam Arena;
IV) Strategie e marketing del settore giovanile con approfondimenti circa il network delle affiliazioni del club AC MILAN.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il settore calcio in passato veniva considerato soltanto dal punto di vista tecnico/sportivo. Nel corso degli anni si è tramutato in un vero e proprio fe- nomeno economico. Un club di calcio è considerato come un‟azienda pre- sentando notevoli implicazioni gestionali ed economico-finanziari. Per la gestione di un club, si fa ricorso a specifici modelli adottati dalle aziende di ogni settore economico. Le società di calcio sono organizzate in funzione del contesto socio-economico in cui operano, tant‟è vero che i modelli gestionali di un club calcistico possono avere diversa natura. Essi possono assumere una gestione che va da quella familiare (tipica delle so- cietà di piccole dimensioni) a quella del pubblico business che fa ricorso al mercato dei capitali (tipica dei club di notevole dimensione). Talune socie- tà, considerano i loro atleti come veri asset, poiché contribuiscono in modo incisivo a creare il valore della società stessa, in base ai quali determinare le migliori strategie. Un club di grandi dimensioni, investe ingenti somme di denaro in questi asset, finendo talvolta per raggiungere eccessivi livelli di deficit. Infatti, per conseguire vantaggi competitivi a livello sportivo, i club trascurano spesso la parte finanziaria, creando così spropositati margini di indebitamento. A tal proposito, tentando di porre rimedio a disparità di ori- gine sempre più attinenti a componenti economiche-finanziarie e gestionali, la UEFA ha lanciato un progetto, una normativa: il Financial Fair Play. Tale normativa persegue l‟obiettivo di far le società dai debiti contratti e condurle sulla via dell‟autosostentamento, tramite la Break Even Rule, con- siderata principio elementare di sana amministrazione in base alla quale i club devono investire solo in funzione delle loro entrate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

finacial fair play. fair play finanziario uefa
diversificazione e massimizzazione dei ricavi
incidenza stadi di proprietà sui bilanci dei club
merchandising e licensing
sponsorizzazione sponsorship relationship
strategie e marketing settore giovanile
marketing sportivo. analisi, processi e strategie
management delle società sportive.
implicazione e prospettive del business calcistico
emirates allianz amsterdam juventus stadium arena

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi