Skip to content

Efficienza energetica e quartieri sostenibili. Uno studio sperimentale.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Saba
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Laurea magistrale in psicologia dello sviluppo e dei processi socio-lavorativi
  Relatore: Ferdinando Fornara
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

Le tematiche relative ai problemi ambientali legati al rapporto uomo-natura stanno assumendo da diversi anni una crescente rilevanza all’interno della collettività e sono sempre più numerose le discipline che si interessano di tali problematiche, seppur da diverse prospettive. Gli psicologi, utilizzando il contributo offerto dalle loro conoscenze su come e perché le persone si comportano in un certo modo, possono contribuire sia sforzandosi ad indirizzare gli individui verso dei comportamenti pro-ambientali, sia suggerendo strategie appropriate per la modifica del comportamento. Uno specifico apporto è dato dalla psicologia ambientale, un settore della psicologia, il cui scopo è quello di studiare i processi psicologici, il comportamento umano e il benessere delle persone in relazione alle caratteristiche fisiche o socio-fisiche degli ambienti di vita quotidiana. La psicologia ambientale si muove all’interno di un paradigma teorico di riferimento definito ecologico, riconducibile alla psicologia sociale lewiniana, spesso definito “transazionale-contestuale”, come suggerito da Stokols e Altman (1987). Fondamentale è il versante della psicologia ambientale orientata verso la dimensione umana nei cambiamenti ambientali e allo “sviluppo sostenibile”, che studia il rapporto tra le persone e gli ambienti “naturali” e analizza i fattori psicologici implicati nei fenomeni e nei cambiamenti degli ambienti bio-ecologici o ecosistemi, e prende il nome di nuova psicologia ecologica o psicologia ambientale della sostenibilità.
All’interno di suddetta cornice teorica si muove il seguente lavoro che si propone di descrivere le principali determinanti psicologiche del comportamento pro-ambientale e di esaminare con particolare attenzione lo stress ambientale. Nello specifico verrà presentata una ricerca empirica che ha come contesto l’area urbana di Cagliari e hinterland. La ricerca si pone come obiettivo quello di esaminare e valutare l’intenzione individuale ad intraprendere alcuni comportamenti pro-ambientali relativi all’efficienza energetica e alle fonti energetiche rinnovabili in relazione allo stress ambientale. Le intenzioni verso tali comportamenti sono state esaminate in relazione allo stress ambientale in quanto come emerso dagli studi di Hovland e Stolberg (2006) lo stress ambientale potrebbe portare ad intraprendere comportamenti pro-ambientali.
Un ulteriore obiettivo della ricerca è quello di valutare se la trasmissione di nuove informazioni attraverso differenti canali possa incrementare l’intenzione di intraprendere alcuni comportamenti pro-ambientali.
Nella prima parte verrà delineato il quadro generale con una panoramica sui principali contributi all’analisi dei comportamenti ecologici, che servirà da riferimento per la ricerca svolta nella parte conclusiva.
Più in dettaglio, nel primo capitolo verrà definito in generale il concetto di comportamento ecologico e prese in esame le principali determinanti psicologiche che possono influenzare la messa in atto dei comportamenti: gli atteggiamenti ambientali, l’influenza normativa, il concetto di percezione di controllo personale, l’intenzione comportamentale e le emozioni. Si conclude la disamina, con il rapporto tra le conoscenze e l’informazione, e il ruolo che queste hanno nell’influenzare i comportamenti pro-ambientali. Nel secondo capitolo viene preso in esame il concetto di stress in riferimento allo stress ambientale, vengono individuati inoltre i principali stressori ambientali e i loro effetti. In ultimo viene approfondita la relazione tra lo stress ambientale e i comportamenti ecologici. Nel terzo capitolo viene presentata la ricerca empirica della quale vengono illustrati gli obiettivi e le ipotesi, la metodologia e le procedure utilizzate, insieme con i risultati delle analisi statistiche. Nel quarto capitolo vengono discussi i risultati della ricerca empirica in relazione alla letteratura e vengono tracciate le conclusioni e delineati possibili sviluppi futuri.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Le tematiche relative ai problemi ambientali legati al rapporto uomo-natura stanno assumendo da diversi anni una crescente rilevanza all’interno della collettività e sono sempre più numerose le discipline che si interessano di tali problematiche, seppur da diverse prospettive. Gli psicologi, utilizzando il contributo offerto dalle loro conoscenze su come e perché le persone si comportano in un certo modo, possono contribuire sia sforzandosi ad indirizzare gli individui verso dei comportamenti pro- ambientali, sia suggerendo strategie appropriate per la modifica del comportamento (Nisbet & Gick, 2008). Uno specifico apporto è dato dalla psicologia ambientale, un settore della psicologia, il cui scopo è quello di studiare i processi psicologici, il comportamento umano e il benessere delle persone in relazione alle caratteristiche fisiche o socio-fisiche degli ambienti di vita quotidiana (Bonnes & Secchiaroli, 1992; Bonnes & Carrus, 2004). La psicologia ambientale si muove all’interno di un paradigma teorico di riferimento definito ecologico, riconducibile alla psicologia sociale lewiniana, spesso definito “transazionale-contestuale”, come suggerito da Stokols e Altman (1987). Fondamentale è il versante della psicologia ambientale orientata verso la dimensione umana nei cambiamenti ambientali e allo “sviluppo sostenibile”, che studia il rapporto tra le persone e gli ambienti “naturali” e analizza i fattori psicologici implicati nei fenomeni e nei cambiamenti degli ambienti bio- ecologici o ecosistemi, e prende il nome di nuova psicologia ecologica (Bonnes & Nenci, 2002) o psicologia ambientale della sostenibilità (Bonnes, 2003). All’interno di suddetta cornice teorica si muove il seguente lavoro che si propone di descrivere le principali determinanti psicologiche del comportamento pro-ambientale e di esaminare con particolare attenzione lo stress ambientale. Nello specifico verrà presentata una ricerca empirica che ha come contesto l’area urbana di Cagliari e hinterland.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione ambientale
valori
emozioni
efficienza energetica
psicologia ambientale
stress ambientale
atteggiamenti ambientali
comportamenti proambientali
conoscenze ambientali
environmental psychology

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi