Skip to content

La Palermo Arabo - Normanna: Una Città Tra Due Mondi

Informazioni tesi

  Autore: Marco Monacò
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Sante Polica
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

Cenni storici sul periodo arabo e su quello normanno nel meridione d'Italia.
[…] Collegata all'Africa, al Levante e all'Europa, la Sicilia è sembrata a volte il centro stesso del mondo civile; tuttavia per gli stessi motivi, anche il punto dove imperi estranei si affrontavano per risolvere le loro divergenze. Sta di fatto che, fino a quando la strada maestra fra Oriente e Occidente passa per lo stretto di Messina, l'esser padroni della Sicilia ebbe sempre un particolare valore strategico ed economico.
Uno dei risultati, di questa sorta di involontario protagonismo storico, fu il crearsi di una fusione o talvolta "confusione" di culture, ed è proprio questo a conferire alla storia della Sicilia un suo fascino particolare. Molti popoli successivi avrebbero lasciato al loro impronta nell'architettura locale, nei metodi agricoli, nei costumi e nei dialetti popolari e persino nel paesaggio. Ciò nonostante, comportandosi più da colonialisti che da colonizzatori, i vari invasori stranieri finirono per arrecare all'economia dell'isola un danno irreparabile.
Ed è proprio a questa ricorrenza o alternanza della storia siciliana, che vede da un lato una serie di popoli invasori e, dall'altro, la popolazione soggetta, che si rifà il tema principale di questo lavoro, che si prefigge lo scopo, attraverso l'analisi delle fonti e delle testimonianze, di determinare i caratteri, i particolarismi e le peculiarità di uno dei momenti più importanti e significativi della storia della Sicilia, sia per quanto riguarda la sua storia interna sia, per quanto riguarda i suoi rapporti e con la penisola e con il resto del bacino Mediterraneo. Pur cercando di ricostruire il tutto, secondo i nessi essenziali, e, semplificando al massimo mi sono trovato di fronte a una tale mole di avvenimenti, a una tale varietà di personaggi e a una tale ricchezza di informazioni, da indurmi a una limitazione dei periodi.
La scelta di Palermo, prima capitale araba e successivamente normanna, mi è sembrata, più che un fatto facoltativo, una tappa obbligata. Gli avvenimenti, i protagonisti, gli interessi che legarono indissolubilmente questa città alla Sicilia, all'Italia e all'Europa stressa, traggono origine da quel connubio di tolleranza e capacità dirigenziale del periodo arabo-normanno, di cui Palermo propria, con i suoi monumenti, la sua urbanistica e organicità politico amministrativa, ne è la massima espressione. Una città dove cattedrali, chiese e palazzi riuniscono, nell'arte e nell'architettura, le tre grandi civiltà di quell'epoca, la nord-europea, la bizantina e la saracena. Luogo d'incontro tra latini, teutonici, cristiani e musulmani, in una magnifica inconfutabile testimonianza di illuminata tolleranza ignota ovunque nell'Europa medievale e raramente uguagliata nei secoli che seguirono.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE ‘ La strada adesso era in leggera discesa e si vedeva Palermo vicina completamente al buio. Le sue case basse e serrate erano oppresse dalla smisurata mole dei conventi; di questi ve ne erano decine, tutti immani, spesso associati in gruppi di due o tre, conventi di uomini e di donne, conventi ricchi e conventi poveri, conventi nobili e conventi plebei… Smunte cupole dalle curve incerte simili a seni svuotati di latte si alzavano ancora più in alto, ma erano essi, i conventi, a conferire alla città il senso la cupezza sua e il suo carattere, il suo decoro… Ed era contro di essi che in realtà erano accesi i fuochi delle montagne, attizzati del resto da uomini assai simili a quelli che nei conventi vivevano, fanatici come essi, chiusi come essi, come essi avidi di potere, cioè, com’è l’uso, di ozio. 1 ’ 1 Giuseppe Tommasi Di Lampedusa, Il Gattopardo, ed. Feltrinelli, Milano, 1994, pp. 35-36.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

medioevo
sud
città
arabo
palermo
mondi
normanna
polica
stasolla
antichitè

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi