Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Non invasive Ventilation: il ruolo del nursing nella gestione del paziente critico

Il lavoro da me svolto tratta la gestione del paziente critico che necessita di essere trattato con la ventilazione non invasiva. Partendo dalla fisiopatologia dell'apparato respiratorio mostro i vari meccanismi che intercorrono nel caso di insufficienza respiratoria e i metodi di ventilazione impiegati nella sua gestione. Mostro i dispositivi necessari per applicare questa metodica, il protocollo operativo di solito adottato e i numerosi casi clinici in cui la NIV può essere impiegata.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L’assistenza infermieristica a un paziente critico è indubbiamente complessa e presenta molteplici ambiti di applicazione. Tuttavia, la continua evoluzione dell’assistenza in area critica, ha portato a notevoli sviluppi, sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista della risposta ai bisogni della persona. Nell’ U.O. di Rianimazione del Policlinico Umberto I, vengono trattate diverse tipologie di pazienti, tra le quali pazienti di stretta pertinenza medica, ad esempio soggetti cronici con patologie riacutizzate, pazienti di competenza chirurgica ricoverati nel post-operatorio e un’importante categoria di pazienti affetti da insufficienza respiratoria acuta, che necessitano di essere sottoposti a ventilazione meccanica invasiva o non invasiva. Ho voluto focalizzare il mio lavoro proprio su quei soggetti che necessitano di un trattamento con ventilazione non invasiva, poiché la gestione di questa tipologia di pazienti è un processo delicato e le complicanze che possono insorgere durante il suo svolgimento, servono a comprendere meglio quanto possa essere complessa. Inizialmente ho voluto esaminare i principi base dell’insufficienza respiratoria, illustrandone le modalità di insorgenza e le diverse classificazioni presenti in letteratura. Di seguto, ho analizzato le differenti modalità di ventilazione non invasiva per valutarne le differenze, comprenderne i meccanismi di base e definirne le differenti aree di applicazione, concentrandomi soprattutto sui vantaggi che la ventilazione non invasiva possiede rispetto a quella invasiva. Ho, successivamente, descritto i vari devices necessari all’applicazione della ventilazione non invasiva e il protocollo operativo impiegato nella maggior parte delle unità operative di Terapia Intensiva.

Tesi di Master

Autore: Valentina Allegretti Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9570 click dal 25/02/2014.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.