Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione e costruzione di un dispositivo ultraleggero per la regione ad alta ionizzazione del rilevatore rich-1 dell'esperimento Compass

La prima parte del lavoro di questa tesi fornisce una panoramica generale dell'apparato sperimentale di COMPASS e delle caratteristiche tecniche degli elementi costitutivi; la seconda e terza parte sono incentrate sulla descrizione dei fenomeni fisici caratterizzanti il rivelatore per le particelle ad alta energia a focalizzazione d'immagine RICH (Ring Immaging Cherenkov) ed al suo funzionamento.
La parte conclusiva di questa tesi è incentrata, invece, sul lavoro svolto nel periodo di tirocinio, concernente lo studio del beam pipe per la zona ad alta ionizzazione del rilevatore RICH-1, al fine di mantenere le caratteristiche necessarie per permettere rilevazioni di alta qualità.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il programma di ricerca dell’esperimento COMPASS [1], in atto all’SPS (Super Proton Syncroton) del CERN di Ginevra, comprende numerose misure su argomenti di fisica adronica, ossia concernente lo studio delle particelle subatomiche non elementari soggette alla forza nucleare forte; questo esperimento nasce dalla fusione di due progetti: HMC (Handron- Muon Collaboration) e CHEOPS (Charm Experiment with Omni Purpose Setup). Approvato nel 1997, COMPASS è iniziato con il rilevamento vero e proprio dei dati nel 2002. Il programma di fisica di COMPASS è molto diversificato e prevede l’uso sia di fasci di muoni positivi (particella fondamentale con carica elettrica positiva e uno spin semi-intero di 1/2) di alta energia sia di fasci adronici. Le misure con il fascio di muoni, legate al lavoro di questa tesi, hanno come scopo una migliore comprensione della struttura interna dei nucleoni relativamente all’origine del loro spin. Come evidenziato ed indicato dall’acronimo (COmmon Muon and Proton Apparatus for Structure and Spettroscopy) l’esperimento si articola perciò in due principali filoni: • studi sulla struttura dello spin del nucleone; • argomenti di spettroscopia adronica. L’apparato sperimentale di COMPASS è stato ideato e progettato per poter ricostruire in modo accurato le cinematiche di ogni evento, ovvero di ogni interazione dei muoni del fascio con i nucleoni del bersaglio. Per la ricostruzione di un evento, è necessario, innanzitutto, ricostruire la traiettoria e misurare il momento lineare, ovvero la quantità di moto del muone incidente. E’ inoltre indispensabile una precisa rivelazione ed identificazione delle particelle che attraversano l’apparato, per isolare gli eventi di interesse per le diverse misure di fisica. È pertanto stato scelto di progettare un dispositivo ultraleggero di filtraggio all’interno del RICH 1, detto beam pipe, con caratteristiche atte a massimizzare la qualità della rivelazione e quindi le prestazioni dello

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Dario Scibetta Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 133 click dal 10/02/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×