Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La riscrittura filmica del Macbeth: Roman Polanski traduce Shakespeare

In questo lavoro si analizza uno degli adattamenti cinematografici della tragedia shakespeariana, The tragedy of Macbeth, nello specifico l'adattamento di Roman Polanski del 1971. Questa risulta essere per i critici una delle riscritture cinematografiche shakespeariane più cruente a causa della tragedia che aveva colpito Polanski pochi anni prima dell'uscita del film: l'assassinio di sua moglie all'ottavo mese di gravidanza da parte della Manson Family. In conclusione si analizza un altro adattamento della tragedia, il Macbeth di Giuseppe Verdi che pure riscosse un grande successo. Tutto ciò a testimoniare l'incredibile attualità dei temi trattati da Shakespeare.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione 1.1 Il concetto di adattamento “Formulare in una determinata lingua un messaggio espresso originariamente in un’altra lingua” 1 . Questo enunciato rappresenta una delle definizioni odierne del verbo"tradurre". In realtà, sappiamo che non è possibile spiegare il concetto di "traduzione" da un punto di vista meramente linguistico, poiché essa abbraccia diversi campi. Questa cognizione non era però caratteristica dei linguisti della seconda metà del Novecento, che ambivano a rendere la teoria della traduzione una scienza, con regole sistematiche che permettessero una traduzione "automatica" e definitiva di un testo, tralasciando così gli aspetti pragmatici e culturali del tradurre. Non tutti gli studiosi del tempo furono concordi con questa visione della traduzione e, tra questi, va menzionato il linguista russo Roman Jakobson che, ampliando il proprio campo di studio ad ambiti diversi da quello strettamente linguistico, nel 1959 pubblicò il saggio “On Linguistic Aspects of Translation” 2 . In questa sua celebre opera, Jakobson, distinse tre tipi di traduzione, che ancora oggi sono ritenute fondamento del tradurre: 1. La traduzione intralinguistica o riformulazione, consiste nell'interpretazione di segni verbali per mezzo di altri segni nella stessa lingua; 2. La traduzione interlinguistica o traduzione propriamente detta, consiste nell'interpretazione di segni verbali di una lingua per mezzo di un'altra lingua; 1 http://www.sapere.it/sapere/dizionari/dizionari/Italiano 2 Roman Jakobson, “On Linguistic Aspects of Translation”, in On Translation, R. A. Brower (a cura di), Cambridge, Harvard University Press, 1959.

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Serena Cortellessa Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1670 click dal 26/02/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.