Skip to content

La disciplina internazionale del contratto di compravendita dei beni

Informazioni tesi

  Autore: Michela Loda
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Operatore Giuridico d'Impresa
  Relatore: Federica Persano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

Il contratto di compravendita dei beni, essendo una forma contrattuale presente fin dalle origini dei rapporti economici, rappresenta ancora oggi uno degli strumenti più utilizzati negli scambi commerciali. Il crescente sviluppo delle relazioni internazionali e la formazione dell’Unione Europea, partita proprio da forme di cooperazione in campo economico, hanno comportato uno sviluppo altrettanto significativo delle relazioni commerciali tra Stati differenti e dunque un maggiore impiego anche del contratto di compravendita che, in ambito internazionale, presenta spesso elementi che ne riconducono la disciplina a differenti ordinamenti legislativi (a titolo d’esempio, cittadinanza differente delle parti, il domicilio o la residenza delle parti in Stati diversi, il trasporto delle merci al di fuori dei confini nazionali).
In ragione della sua diffusione il contratto di compravendita internazionale dei beni, è oggetto di numerose fonti sia vincolanti come le Convenzioni ed i Regolamenti Europei, sia di soft law come la lex mercatoria ed i principi Unidroit. Tra le fonti vincolanti internazionali, particolare importanza riveste la Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci, anche conosciuta come Convenzione di Vienna o CIGS, una fondamentale convenzione di diritto materiale uniforme, globalmente diffusa poiché accettata dalla maggioranza degli Stati, costituita da norme che disciplinano in modo particolareggiato il contratto di compravendita dei beni mobili e le obbligazioni ad esso correlate. Come dimostrano numerosi casi giurisprudenziali, la Convenzione di Vienna, riveste carattere di specialità e, in relazione al suo ambito di efficacia, prevale sulle convenzioni di diritto internazionale privato.
La determinazione della legge applicabile al contratto di compravendita internazionale è altresì possibile attraverso i criteri di collegamento inseriti nelle norme di conflitto che costituiscono le Convenzioni di diritto internazionale privato quali la Convenzione dell’Aja sulla legge applicabile alle vendite a carattere internazionale di oggetti mobili corporali, specifica in tema di compravendita, e precisi Regolamenti Europei come il Regolamento Europeo 593/2008 sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali, cd. Roma I, il quale ha sostituito, in ambito europeo, la Convenzione di Roma sulla legge applicabile alle obbligazioni contrattuali del 1980.
L’ambito processual-civilistico è oggetto della Convenzione sulla competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l’esecuzione delle sentenze, oggi Regolamento Europeo n. 44/2001 cd. Bruxelles I, tuttavia, vi è anche la possibilità, soprattutto in ambito commerciale, di fare riferimento ad Alternative Medote Resolution tra i quali si distingue lo strumento dell’arbitrato commerciale internazionale.
La graduale trasformazione delle Convenzioni in Regolamenti europei, vale a dire in atti direttamente applicabili e vincolanti per tutti gli Stati membri dell’Unione Europea, soggetti altresì ad un'uniforme interpretazione da parte della Corte di Giustizia, dell’Unione Europea, è oggi la testimonianza di un processo di “comunitarizzazione” o “europeizzazione” del diritto internazionale privato volto alla creazione di norme il più possibile uniformi per tutti gli Stati membri e per le relazioni che questi intrattengono con altri Stati.
Il riavvicinamento delle legislazioni in tema di obbligazioni è anche l’obiettivo di una serie di gruppi di studio nati in diversi contesti istituzionali i quali sono attualmente impegnati nella redazione di opere che raccolgono i principi di diritto europeo dei contratti a cui fare riferimento per interpretare, in modo ragionevolmente uniforme, le norme dei singoli ordinamenti nazionali.
Il risultato di tutti questi sforzi consiste nella creazione di un condiviso sistema internazionale di norme che garantisca un soddisfacente grado di certezza, sicurezza e prevedibilità della legge applicabile nei rapporti e nelle eventuali controversie che coinvolgono, a diverso titolo, l’ordinamento di più Stati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Con il presente lavoro cercherò di illustrare, con specifico riferimento al campo della compravendita di beni, come il diritto internazionale privato sia in grado di “annullare i confini” giuridici e geografici, semplificando la soluzione delle controversie che presentano collegamenti con più di un ordinamento giuridico statale. La globalizzazione ha comportato il progressivo intensificarsi delle relazioni fra i differenti Stati e, volendo in via preliminare svolgere delle considerazioni di carattere non esclusivamente giuridico, punto di partenza è la considerazione per cui l’aver colmato il divario fisico-geografico non sempre ha coinciso con una pacifica fusione di culture, ideologie e prassi; il background antropologico si è arricchito di nuovi interlocutori di natura politica, religiosa, sociale, economica e commerciale, ma ha anche dovuto adattarsi a nuove esigenze e nuove modalità relazionali. A fronte di un panorama così variegato, che oggi già vanta una secolare esperienza, mi propongo di compiere un bilancio del grado di unione ed uniformità culturale e giuridica creatosi, scegliendo di analizzare l’ambito giuridico ed in particolare la disciplina di diritto materiale uniforme e di diritto internazionale privato delle obbligazioni contrattuali con specifico riferimento al contratto di compravendita. La tesi si concentrerà dunque sul percorso, l’evoluzione, gli obiettivi e gli strumenti di diritto privato e processuale in tema di obbligazioni e compravendita. Si fornirà, in primo luogo, un quadro delle fonti vincolanti e non vincolanti in materia, con particolare attenzione alle norme sostanziali vigenti in ambito intra ed extra comunitario, successivamente, l’analisi diverrà più approfondita in merito alla formazione del contratto e alla determinazione della legge ad esso applicabile ed, infine, verranno presi in considerazione i procedimenti e gli strumenti di risoluzione delle controversie. La dimensione europea godrà di un approfondimento particolare nel secondo e nel terzo paragrafo in quanto esempio di coesione geografica e giuridica, realizzazione di un organismo giuridicamente coattivo e modello di un’auspicabile uniformità globale. L’approccio metodologico vuole essere in prevalenza teorico, è mia intenzione compiere un’analisi della legislazione e della sua interpretazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi