Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

IL G.E.I.E. Gruppo Europeo di Interesse Economico

Dal 2000 ad oggi, i sistemi economici dei paesi industrializzati hanno subito notevolissime trasformazioni.
La globalizzazione dei mercati ha posto le imprese grandi, medie e di piccole dimensioni di fronte alla necessità di sviluppare forme di cooperazione transazionale.
I paesi europei hanno indubbiamente perduto posizioni di fronte alla crescita prepotente del Giappone e dei paesi del sud-est asiatico.
Secondo molti opinion leaders, l’Europa era troppo frammentata nel cogliere il senso e l’importanza delle grandi trasformazioni dello scenario mondiale. Un problema di mentalità dunque, ma anche di mezzi tecnici, di diversità di sistemi normativi, societari, fiscali, politici che di fatto impedivano piene e reali integrazioni.
Per questo motivo la Commissione dell’ Unione europea da anni sta compiendo sforzi rilevanti per cercare di avvicinare le imprese e creare le condizioni economiche, finanziarie e giuridiche per un più intenso scambio a livello intracomunitario. Per rispondere a queste sfide le imprese negli ultimi tempi hanno percorso nuove strade. Una di queste è la strategia delle alleanze che muta in modo profondo i comportamenti delle imprese.
La Commissione ha quindi varato una serie di iniziative miranti a favorire la cooperazione: tra queste, il Gruppo europeo d’interesse economico (GEIE).Il GEIE è un istituto di diritto commerciale europeo. Il GEIE è disciplinato dal Regolamento CE n. 2137/85 del Consiglio delle Comunità Europee del 25 luglio 1985, che è entrato in vigore negli Stati membri dal 1° luglio 1989, prevedendo l’emanazione, da parte dei singoli Paesi, dei conseguenti provvedimenti attuativi. In un mercato in costante evoluzione, il GEIE offre l'opportunità alle imprese dell'Unione, in particolare alle PMI, di sviluppare il loro potenziale riconoscendogli un ruolo essenziale nella realizzazione degli obiettivi in materia di crescita, di competitività e di cooperazione che formano parte delle priorità dell'Unione europea , la Commissione considera infatti essenziale che tutti gli attori interessati all'utilizzazione del GEIE, le imprese o gli organismi chiamati a contrattare con il gruppo, prendano pienamente coscienza delle sue caratteristiche e potenzialità.Il gruppo, avvalendosi della complementarietà dei servizi che la singola impresa da sola non sarebbe in grado di assicurare e garantendo la suddivisione dei compiti e il coordinamento degli stessi, può offrire al committente una prestazione migliore di quella che fornirebbe il singolo appaltatore.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione. Dal 2000 ad oggi, i sistemi economici dei paesi industrializzati hanno subito notevolissime trasformazioni. La globalizzazione dei mercati ha posto le imprese grandi, medie e di piccole dimensioni di fronte alla necessità di sviluppare forme di cooperazione transazionale. All’integrazione di merci e servizi si è aggiunta quella di capitali, che sta diventando sempre più importante. Le nuove tecnologie e la globalità del mercato, se da un lato hanno reso la vita più difficile a centinaia di aziende, dall’altro hanno esaltato le potenzialità di adattamento e di crescita di molte altre. Vince chi per primo riesce a cogliere il cambiamento e ad adattarsi al nuovo scenario mondiale. I paesi europei, ad esempio, hanno indubbiamente perduto posizioni di fronte alla crescita prepotente del Giappone e dei paesi del sud-est asiatico. Secondo molti opinion leaders, l’Europa era troppo frammentata 1 nel cogliere il senso e l’importanza delle grandi trasformazioni dello scenario mondiale. Un problema di mentalità dunque, ma anche di mezzi tecnici, di diversità di sistemi normativi, societari, fiscali, politici che di fatto impedivano piene e reali integrazioni. Per questo motivo la Commissione dell’ Unione europea da anni sta compiendo sforzi rilevanti per cercare di avvicinare le imprese e creare le condizioni economiche, finanziarie e giuridiche per un più intenso scambio a livello intracomunitario. Indubbiamente l’internazionalizzazione dei sistemi economici offre grandi 1 RECONTA ERNST & YOUNG, Il Gruppo europeo d interesse economico, Problemi e tecniche di direzione, amministrazione e revisione, FRANCO ANGELI.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Antonio Vitale Contatta »

Composta da 211 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 600 click dal 21/02/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.