Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lingua Italiana e abilità di lettura. Competenze, Indagini, Percorsi di insegnamento

Obiettivo del presente lavoro è analizzare le pratiche di lettura e comprensione dei testi scritti e del loro ruolo nell’apprendimento dell’italiano L2. In particolare, l’attenzione sarà rivolta alla necessità degli apprendenti immigrati di inserirsi nella nostra società e apprendere una nuova lingua, strumento essenziale sia per comunicare, sia per partecipare alla vita sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Obiettivo del presente lavoro è analizzare le pratiche di lettura e comprensione dei testi scritti e del loro ruolo nell’apprendimento dell’italiano L2. In particolare, l’attenzione sarà rivolta alla necessità degli apprendenti immigrati di inserirsi nella nostra società e apprendere una nuova lingua, strumento essenziale sia per comunicare, sia per partecipare alla vita sociale. Partendo dal concetto di competenza comunicativa verranno descritte le abilità linguistiche, produttive (scrivere, parlare) e ricettive (leggere, ascoltare), che traducono la competenza comunicativa nel “saper fare lingua”. Tra le quattro language skills si approfondirà in modo particolare l’abilità di lettura, in quanto è un processo correlato alla lingua, sviluppa l’abilità di comprensione ed esige l’assimilazione simultanea di modelli di struttura e di significato molto al di sopra del livello della parola. Oltre alla descrizione delle principali tecniche e strategie applicate alla lettura, si dedicherà ampio spazio al ruolo del testo, nello specifico del testo letterario, come strumento di apprendimento linguistico. Successivamente, saranno illustrate schematicamente le caratteristiche delle principali e più recenti indagini condotte sulla reading literacy. Partendo da un’indagine a livello europeo e internazionale della rete Eurydice, si giungerà al caso specifico dell’Italia, con particolare riferimento ai contesti IEA PIRLS e OCSE PISA. Mentre le indagini IEA PIRLS si sono concentrate sulla competenza in lettura sviluppate in ambito scolastico, l’OCSE si è interessata maggiormente della funzione strumentale della lettura, e di conseguenza si è concentrata anche sulla popolazione immigrata. Alla descrizione dei principi teorici alla base delle diverse indagini saranno affiancati alcuni dati relativi all’aspetto pratico delle stesse, con l’obiettivo di rapportare questi dati ad eventuali, possibili esperienze di didattica della lettura nei vari contesti educativi. In seguito, si passerà al caso specifico della reading literacy in L2 per gli studenti immigrati. Partendo dalla descrizione del rapporto tra gli immigrati e la

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Valentina Maselli Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 900 click dal 05/03/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.