Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti sociali della Schizofrenia: dalla compromissione alla riabilitazione

Questa tesi ha come oggetto gli aspetti sociali della Schizofrenia, il ruolo che familiari, amici, medici hanno nella quotidianità del paziente schizofrenico e l'importanza delle terapie.
Riporta anche l'importante ruolo della figura dell'assistente sociale nel percorso riabilitativo del paziente schizofrenico.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La schizofrenia è un disturbo mentale grave, cronico e disabilitante. La fase prodromica della schizofrenia si manifesta generalmente nel corso dell’adolescenza e nei primi anni dell’età adulta. I sintomi caratteristici della schizofrenia sono allucinazioni, deliri, eloquio disorganizzato, comportamento grossolanamente disorganizzato e sintomi negativi quali alogia, abulia, appiattimento affettivo. A causa di questi sintomi, le persone colpite da questa malattia hanno serie difficoltà ad interagire con gli altri e tendono ad isolarsi dal mondo esterno. Il decorso è solitamente caratterizzato da esacerbazione e remissioni con la presenza o meno di sintomi residui. Il 10-15% dei soggetti, invece, mostra un decorso di malattia continuo, con sintomi psicotici rilevanti. A causa della scarsa conoscenza della malattia, le persone affette da schizofrenia sono spesso isolate e stigmatizzate, e possono mostrarsi riluttanti o incapaci di parlare della propria malattia. A ciò si aggiunge la reale difficoltà del paziente nel mantenere relazioni interpersonali o attività lavorative. La schizofrenia può sconvolgere completamente la vita dei pazienti e influire profondamente anche sulla vita dei familiari e degli amici, che vedono gli effetti della malattia nel familiare e si trovano a fronteggiare situazioni impegnative per assistere il paziente. Molti ritengono ancora che la schizofrenia sia causata da una cattiva educazione o da una scarsa forza di volontà, nonostante numerose evidenze abbiano dimostrato il contrario. La realtà è molto diversa. La schizofrenia è una malattia complessa dovuta a diversi fattori concomitanti, quali influenze genetiche, traumi cerebrali, oltre gli effetti dell’isolamento sociale e/o dello stress. Anche altri effetti possono giocare un ruolo importante, ma non esiste un fattore specifico che possa essere identificato come causa della schizofrenia: è probabile invece che ciascuno di questi fattori aumenti il rischio di sviluppo dei sintomi della malattia. Il presente lavoro di tesi ha come oggetto gli aspetti sociali della malattia e il ruolo che familiari, amici, medici hanno nella quotidianità del paziente schizofrenico. Una figura professionale che gioca un ruolo chiave nella riabilitazione del paziente schizofrenico è l’assistente sociale.

Diploma di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Maura Matarese Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5582 click dal 12/03/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.