Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sviluppo della disciplina per la tutela degli indios in Brasile

La questione indigena in Brasile è oggi un tema di grande attualità nel dibattito politico. Il nuovo contesto vede un protagonismo delle popolazioni e dei movimenti indigeni che hanno conquistato importanti spazi e ruoli politici. Tali movimenti svolgono un ruolo fondamentale nelle vicende del Brasile e nel rimodellamento del sistema costituzionale e legislativo.
Rispetto alla prima Costituzione del Brasile indipendente, e alle successive, i legislatori dell'ultima Costituzione hanno completamente ribaltato la posizione degli indios, curandosi a tal punto della questione da dedicare loro un intero capitolo, in cui se ne riconoscono i diritti differenziati. Viceversa le precedenti Carte Costituzionali erano maggiormente indirizzate ad una politica assimilazionista di queste minoranze, e non consideravano loro culture, tradizioni e stili di vita particolarmente legati all'ambiente in cui essi vivono. A questo riguardo, è rilevante l'attenzione posta nell'ultimo secolo sulle riserve indigene, aree appositamente demarcate che dovrebbero essere esclusivamente abitate da indios, al fine di preservarne il loro legame vitale, che esiste da sempre, con la terra. La questione ha assunto una rilevanza tale, che oggi gli indios del Brasile e i loro diritti sono protetti da un organo ufficiale del governo, la Funai.
L'analisi della questione indigena del Novecento, fornisce un tassello importante per comprendere come si va costruendo l'idea della necessità di una politica speciale per la popolazione indigena.
Un altro risultato importante della progressiva organizzazione ed espansione dei movimenti indigeni è che la lotta per i cosiddetti diritti indigeni ha raggiunto una dimensione internazionale di assoluta rilevanza ed è ormai all'ordine del giorno dei principali organismi internazionali. L'attivismo sulla scena internazionale ha poi indubbiamente rafforzato il potere delle organizzazioni indigene in Brasile. A metà del secolo, la questione degli indios si istituzionalizza con la fondazione dell'Istituto indigenista interamericano, e altri organismi internazionali iniziano a rivendicare la propria competenza al riguardo, l'Organizzazione internazionale del lavoro prima, e le Nazioni Unite, poi. Alla fine del secolo ne sono risultati una trasformazione del sistema internazionale e un regime di protezione dei diritti dei popoli indigeni che, pur legati al consolidarsi del sistema dei diritti umani, hanno seguito un proprio e singolare cammino.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - INTRODUZIONE La questione indigena in Brasile è oggi un tema di grande attualità nel dibattito politico. Il nuovo contesto vede un protagonismo delle popolazioni e dei movimenti indigeni che hanno conquistato importanti spazi e ruoli politici. Tali movimenti svolgono un ruolo fondamentale nelle vicende del Brasile e nel rimodellamento del sistema costituzionale e legislativo. Rispetto alla prima Costituzione del Brasile indipendente, e alle successive, i legislatori dell’ultima Costituzione hanno completamente ribaltato la posizione degli indios, curandosi a tal punto della questione da dedicare loro un intero capitolo, in cui se ne riconoscono i diritti differenziati. Viceversa le precedenti Carte Costituzionali erano maggiormente indirizzate ad una politica assimilazionista di queste minoranze, e non consideravano loro culture, tradizioni e stili di vita particolarmente legati all’ambiente in cui essi vivono. A questo riguardo, è rilevante l’attenzione posta nell’ultimo secolo sulle riserve indigene, aree appositamente demarcate che dovrebbero essere esclusivamente abitate da indios, al fine di preservarne il loro legame vitale, che esiste da sempre, con la terra. La questione ha assunto una rilevanza tale, che oggi gli indios del Brasile e i loro diritti sono protetti da un organo ufficiale del governo, la Funai. L’analisi della questione indigena del Novecento, fornisce un tassello importante per comprendere come si va costruendo l’idea della necessità di una politica speciale per la popolazione indigena. Un altro risultato importante della progressiva organizzazione ed espansione dei movimenti indigeni è che la lotta per i cosiddetti diritti indigeni ha raggiunto una dimensione internazionale di assoluta rilevanza ed è ormai all’ordine del giorno dei principali organismi internazionali. L’attivismo sulla scena internazionale ha poi indubbiamente rafforzato il potere delle organizzazioni indigene in Brasile. A metà del secolo, la questione degli indios si istituzionalizza con la fondazione dell’Istituto

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Elisa Anna Cirla Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 489 click dal 06/03/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.