Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Progettazione di un meccanismo di sollevamento per apparecchiature marine

Questa tesi ha come obiettivo la progettazione di un meccanismo, da fissare sulla prua di una chiatta già esistente, che permette l'avanzamento e la parziale immersione in mare di tre attrezzature marine, chiamati skimmer (scrematori). Gli skimmer sono utilizzati per la rimozione di idrocarburi dalla superficie dell'acqua attraverso dei rulli in materiale idrofobo. Il meccanismo da progettare deve avere la possibilità di essere smontato e occupare il minimo spazio possibile, per facilitarne il trasporto, quando non è operativo; inoltre deve avere la possibilità di regolare la profondità di immersione degli skimmer in fase di lavorazione.
Nella prima parte dell'elaborato, dopo aver descritto i vari tipi di scrematori per idrocarburi e l'ambiente in cui lavorano, si elencano tutte le specifiche del progetto e i vincoli da rispettare.
La progettazione della struttura è stata suddivisa in tre fasi: nella prima, attraverso la sintesi cinematica, è stato definito il cinematismo adatto ad eseguire tutte le fasi di movimento degli skimmer; nella seconda fase si è passati alla verifica strutturale considerando soltanto carichi statici utilizzando il simulatore ad elementi finiti presente del programma SolidWorks; nella terza ed ultima fase, infine, vengono presi in considerazione gli effetti dinamici dovuti al moto della chiatta in mare, analizzando prima le possibili condizioni del mare in cui l'imbarcazione andrà ad operare e successivamente, con l'ausilio del codice Ansys Aqwa, verranno ricavate le caratteristiche del moto dell'intera struttura. Importando le caratteristiche del moto nell'analisi dinamica nel simulatore di SolidWorks si verificano le sollecitazioni massime raggiunte dalla struttura.

Mostra/Nascondi contenuto.
I Sommario Questa tesi ha come obiettivo la progettazione di un meccanismo, da fissare sulla prua di una chiatta già esistente, che permette l’avanzamento e la parziale immersione in mare di tre attrezzature marine, chiamati skimmer (scrematori). Gli skimmer sono utilizzati per la rimozione di idrocarburi dalla superficie dell’acqua attraverso dei rulli in materiale idrofobo. Il meccanismo da progettare deve avere la possibilità di essere smontato e occupare il minimo spazio possibile, per facilitarne il trasporto, quando non è operativo; inoltre deve avere la possibilità di regolare la profondità di immersione degli skimmer in fase di lavorazione. Nella prima parte dell’elaborato, dopo aver descritto i vari tipi di scrematori per idrocarburi e l’ambiente in cui lavorano, si elencano tutte le specifiche del progetto e i vincoli da rispettare. La progettazione della struttura è stata suddivisa in tre fasi: nella prima, attraverso la sintesi cinematica, è stato definito il cinematismo adatto ad eseguire tutte le fasi di movimento degli skimmer; nella seconda fase si è passati alla verifica strutturale considerando soltanto carichi statici utilizzando il simulatore ad elementi finiti presente del programma SolidWorks; nella terza ed ultima fase, infine, vengono presi in considerazione gli effetti dinamici dovuti al moto della chiatta in mare, analizzando prima le possibili condizioni del mare in cui l’imbarcazione andrà ad operare e successivamente, con l’ausilio del codice Ansys Aqwa, verranno ricavate le caratteristiche del moto dell’intera struttura. Importando le caratteristiche del moto nell’analisi dinamica nel simulatore di SolidWorks si verificano le sollecitazioni massime raggiunte dalla struttura.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Luca Tomassini Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 867 click dal 18/03/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.