Skip to content

L'innovazione del business model nei settori produttivi maturi: il caso Indesit Company

Informazioni tesi

  Autore: Stefania Manganiello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università Politecnica delle Marche
  Facoltà: Economia
  Corso: ECONOMIA E MANAGEMENT
  Relatore: Sergio Silvestrelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 190

L’innovazione è certamente l’asse strategico dello sviluppo imprenditoriale e costituisce la ragione d’essere delle imprese nella dinamica di un mercato aperto alla concorrenza e soggetto a frequenti mutamenti.
Quando si cerca di capire cosa si intende per innovazione, si scopre come, di sovente, questo termine venga utilizzato con un’accezione molto ristretta, quasi fosse un sinonimo di cambiamento tecnologico, commettendo così un grave errore (Garcia, Calantone, 2002).
Nel presente lavoro si parla, invece, di innovazione in un’accezione trasversale: essa non rappresenta in sé un’opportunità strategica aggiuntiva o diversa, ma si configura come qualcosa di intimamente legato al concetto stesso di fare impresa e alle modalità di realizzazione della strategia.
Solamente possedendo una buona capacità di innovare, si potrà far evolvere correttamente e tempestivamente il proprio business, individuando problemi ancora irrisolti per poi applicare le proprie competenze nello sviluppo di soluzioni efficaci.
L’attenzione verso questo tema è scaturita dalla lettura di un libro del professor Christensen dell’Harvard Business School il quale sottolinea l’importanza di questo tema.
In questo suo libro, il professore denunciava la poca innovatività delle aziende italiane: egli affermava che il successo tramite innovazioni scardinanti rappresentava un fenomeno raro per le aziende italiane abituate a crescere attraverso investimenti pubblici e/o monopoli.
Anche le piccole-medio aziende, leader a livello globale, dopo essere diventate monopoliste all’interno del loro segmento di mercato, decidevano di prosperare all’interno dello stesso.
Questo era quello che scriveva lo stesso Christensen un po’ di tempo fa riguardo la situazione italiana.
Si parte con il Capitolo 1 il quale tratterà un’analisi del percorso evolutivo del concetto di innovazione nel tempo; qui cercherò di analizzare i pensieri dei più autorevoli esponenti al riguardo e di metterli a confronto in modo da dare un po’ di dinamicità all’analisi.
Quello che cercherò di mettere in evidenza è la stretta relazione tra contesto e significato del termine innovazione; verrà sottolineato il concetto secondo il quale il significato si è evoluto nel tempo anche e soprattutto in relazione all’ambiente circostante.
Nel Capitolo 2 verrà affrontato il tema dell’innovazione e come questa contribuisce al vantaggio competitivo.
L’intenzione sarà quella di rimarcare il concetto di innovazione nella sua accezione trasversale, ossia qualcosa di intimamente legato al concetto stesso di “fare impresa” e alle modalità di realizzazione della strategia.
Si proseguirà con il focus del lavoro, contenuto nel Capitolo 3, ossia l’innovazione del business model visto come collegamento tra visione strategica e approccio progettuale innovativo.
In conclusione, nel Capitolo 4, i temi dell’innovazione strategica e/o del business model verranno calati in un caso aziendale.
Ho preso in esame un’azienda, come l’Indesit Company, che ben si presta a quest’analisi.
Il fatto stesso di operare in un settore produttivo maturo, come quello degli elettrodomestici, rende più difficoltoso lo sviluppo e il sostenimento dei vantaggi competitivi nel tempo.
Quello che si cercherà di analizzare e di dimostrare è come la stessa sia riuscita a crescere e a svilupparsi in maniera continuativa grazie alla continua innovazione, non solo tecnologica, ma anche e soprattutto innovazione strategica e del business model.
Quello che si cercherà di porre in evidenza sarà l’importanza di considerare l’innovazione correlata al business model che la sostiene e come ciò non può non prescindere da una continua analisi e revisione dello stesso.
Solo mettendo in discussione continuamente il proprio business model si potrà produrre un flusso di innovazioni continuo nel tempo e scaturente solidi vantaggi competitivi.
Le ricerche effettuate sono state basate sull’utilizzo di dati primari, ossia interviste effettuate in azienda e per via telefonica; dati secondari, ossia documentari, articoli e interviste su periodici, e direttamente dal sito dell’azienda interessata (www.indesitcompany.com), il quale contiene tutte le informazioni riguardo ai vari aspetti dell’azienda.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Capitolo 1 PERCORSO EVOLUTIVO DELL’INNOVAZIONE: UNA PROPOSTA INTERPRETATIVA 1.1 Premessa Il percorso evolutivo del concetto di innovazione è costellato da innumerevoli contributi di autori che hanno fatto del concetto stesso un contenitore differente a seconda degli obiettivi preposti e del contesto. Il punto di partenza per addentrarsi in questo percorso è costituito dalla seguente domanda: Che cosa si intende per innovazione? Partendo dalle origini del termine, è possibile affermare che deriva dal greco e significa “fare qualcosa di nuovo”. Questa definizione ci riporta un significato della parola “innovazione”, ma non tutti quelli che si possono nascondere nel termine stesso. L’ambiguità e la vastità dei significati che caratterizzano il concetto “innovazione” ha dato luogo a lunghi dibattiti che certamente non hanno portato alla costruzione di una comune tendenza in materia. In una definizione generale, possiamo definirla come la messa in opera di una concezione nuova del o nel processo di creazione del valore 1 . 1 Sul concetto di valore e sul processo per la sua creazione si veda Catturi (2003).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

innovazione
elettrodomestici
porter
business model
indesit company
open innovation
innovazione strategica
christensen
canvas
business model innovation

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi