Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dall'isola alla rete: il museo industriale come comunicazione e il caso del portale sul patrimonio industriale italiano

Con questo lavoro di tesi si è cercato di applicare la teoria sistemica, elaborata in ambiti disciplinari molto diversi (linguistica, semiotica, sociologia, cibernetica), allo sviluppo economico contemporaneo e in particolar modo ad una ri–sistematizzazione del concetto di impresa e di comunicatore d’impresa.
La teoria sistemica si configura propria di una trasversalità che non poteva non affascinarci. Il tentativo che verrà qui intrapreso forse è un po’ rischioso, accusabile di non essere stato pienamente valutato. Tuttavia, questo tentativo, che a pieno titolo potremo definire sperimentale, coglie proprio ora un'occasione storica curiosa ed impellente: ci stiamo sempre più spesso abituando a parlare di sistemi e di reti, ma non con altrettanta facilità ci stiamo però abituando a pensarci sistemi. Occasione storica impellente, si diceva. In tre ambiti applicativi abbiamo voluto soffermarci per ragionare sulla reale portata dell'approccio sistemico. Il primo riguarda la configurazione stessa di un sistema economico inteso come rete di reti storicamente portate e dinamicamente in evoluzione. Il secondo ambito prende in considerazione gli interventi museali volti alla valorizzazione del patrimonio archeologico industriale italiano attraverso il sistema comunicativo delle reti museali. Il terzo ambito riguarda specificatamente il mondo, per definizione, reticolare di Internet. E proprio in questo ambito si inserisce il caso pratico trattato per lo sviluppo della parte teorica di questa tesi. Esso si riferisce all’implementazione del portale Internet (www.patrimonioindustriale.it) dell’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale (AIPAI). Tale applicazione è stata condotta effettuando uno stage di tre mesi presso la Globalcomm, azienda di Sarcedo, in provincia di Vicenza, specializzata nella fornitura di servizi informatici mirati a realizzare l’integrazione fra organizzazione, informatica e telecomunicazioni di aziende private, pubbliche, enti, consorzi e simili.
L'approccio semiotico che fin dalle prime battute risulterà evidente costituisce l'ossatura portante di tutto il ragionamento. Tale approccio ci ricorda che ciò con cui abbiamo a che fare costantemente è una questione di significati: noi agiamo, e siamo definiti da, un sistema di significati. Anche quando ragioniamo sull'impresa e sul suo sviluppo bisogna essere consci che stiamo ragionando su e con significati. Siamo quindi partiti dal tentativo di comprendere cosa sia questa straordinaria attività di confronto quotidiano con i significati, per poi giungere a considerare l'eventuale valore strategico del pensarsi significati negli ambiti di applicazione di questo lavoro.
Vedremo dunque che cosa è il sistema e che cosa il significato. Parleremo inoltre, e direi inevitabilmente, di ideologia, non tanto nella sua connotazione politica, quanto piuttosto semiotica, intendendola come esplorazione parziale dello spazio semantico.
Sullo sfondo di una sistemica individuata come risorsa strategica nell’economia e dell’etica dell’impresa, il lavoro di tesi segue questa sequenza di implementazioni "concettuali":
1. analisi della sistemica come progettazione strategica;
2. la comunicazione come costruzione per step successivi. In questa direzione la sistemica ritorna utile con la sua riflessione sull’importanza di essere l’altro e sulle potenzialità di sviluppare pensiero creativo. In questa direzione si parlerà di costruzione collaborativa della conoscenza;
3. il mondo Internet. Nel punto precedente, specificatamente trattato nel capitolo 2. Il sistema e in particolare nei paragrafi La progettazione e La costruzione collaborativa della conoscenza, la comunicazione a cui si riferisce è essenzialmente quella “tradizionale” face to face. Che cosa accade invece nel mondo Internet? La sistemica ritorna utile per: 1) l’implementazione di un applicativo software appositamente studiato per gestire la costruzione collaborativa della conoscenza fra reti (virtuali) di persone; 2) il miglioramento del portale AIPAI assunto come esempio di lavoro reticolare via modem.

Nella prima parte si disserterà di democrazia e il lavoro verrà chiuso con lo stesso concetto. Anche se apparentemente ciò potrebbe apparire fuorviante per il nostro discorso sull'impresa e sul portale, riteniamo invece che ci sia una precisa connessione per due motivi: primo, perché si rivela un bell'esempio di cosa vogliamo intendere per ragionare sistemico anche nell'articolare una tesi di laurea; secondo, perché se crediamo veramente all'importanza fondamentale delle risorse umane nello sviluppo economico, possiamo senza peccare di troppa presunzione affermare che il vero motore dell'impresa e dello sviluppo economico è la mente: mutatis mutandis, la democrazia non è un diritto plebiscitario a parlare, ma la formazione collettiva di una più raffinata capacità di pensare.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA 0.1 Presentazione del lavoro Con questo lavoro di tesi si è cercato di applicare la teoria sistemica, elaborata in ambiti disciplinari molto diversi (linguistica, semiotica, sociologia, cibernetica), allo sviluppo economico contemporaneo e in particolar modo ad una ri– sistematizzazione del concetto di impresa e di comunicatore d’impresa. La teoria sistemica si configura propria di una trasversalità che non poteva non affascinarci. Il tentativo che verrà qui intrapreso forse è un po’ rischioso, accusabile di non essere stato pienamente valutato. Tuttavia, questo tentativo, che a pieno titolo potremo definire sperimentale, coglie proprio ora un'occasione storica curiosa ed impellente: ci stiamo sempre più spesso abituando a parlare di sistemi e di reti, ma non con altrettanta facilità ci stiamo però abituando a pensarci sistemi. Occasione storica impellente, si diceva. In tre ambiti applicativi abbiamo voluto soffermarci per ragionare sulla reale portata dell'approccio sistemico. Il primo riguarda la configurazione stessa di un sistema economico inteso come rete di reti storicamente portate e dinamicamente in evoluzione. Il secondo ambito prende in considerazione gli interventi museali volti alla valorizzazione del patrimonio archeologico industriale italiano attraverso il sistema comunicativo delle reti museali. Il terzo ambito riguarda specificatamente il mondo, per definizione, reticolare di Internet. E proprio in questo ambito si inserisce il caso pratico trattato per lo sviluppo della parte teorica di questa tesi. Esso si riferisce all’implementazione del portale Internet (www.patrimonioindustriale.it) dell’Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale (AIPAI). Tale applicazione è stata condotta effettuando uno stage di tre mesi presso la Globalcomm, azienda di Sarcedo, in provincia di Vicenza, specializzata nella fornitura di servizi informatici mirati a realizzare l’integrazione fra organizzazione, informatica e telecomunicazioni di aziende private, pubbliche, enti, consorzi e simili.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michele Groppo Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3062 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.