Skip to content

Esistenza e libertà. I diari metafisici di Gabriel Marcel

Informazioni tesi

  Autore: Ramon Caiffa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Roberto Celada Ballanti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

l’unico vero pensiero a cui si sia rivolta l’attenzione di Marcel è la riflessione sull’essere; riflessione caratterizzata da una profonda libertà di fondo, che ne rende difficile l’analisi. Filosofia della libertà, filosofia itinerante: sono questi i nomi con cui l’apprensione teoretica marceliana potrebbe essere designata; potrebbe, in quanto definire una filosofia “in movimento” è di per se contraddittorio ed effimero. Proprio qui risiede la difficoltà del lettore che si appresti ad affrontare un pensiero, che, per sua natura, non è scritto in maniera sistematica, ma sotto forma diaristica; dell’esistente per l’esistente; dell’uomo per l’uomo.
La filosofia di Gabriel Marcel appare percorsa da tre motivi fondamentali, che si estendono e si sovrappongono nell’arco di tutta la sua riflessione. Essi sono, in primis, la critica di quell’atteggiamento spettacolare proprio della contemporaneità e delle scienze moderne, tendenti a ridurre ogni apporto personale nel conoscere e a relegare oltre i confini della giustificabilità ogni metafisica della persona e della trascendenza.
Il secondo motivo è la ripresa di quel sensismo e psicologismo francese, che insieme giustificano e la critica della contemporaneità e il ricorso all’analisi fenomenologica della conoscenza, incentrata sul sentimento fondamentale corporeo di rosminiana memoria.
Il terzo motivo è, infine, la dottrina tutta marceliana del mistero ontologico. Essa, pur essendo d'impronta nettamente personale, conserva al suo interno rifermenti al pensiero agostiniano, di cui il tema del rapporto tutto interiore e privato con Dio-Assoluto ne è un esempio, e alle dottrine di Pascal.
Questo lavoro consta di tre capitoli, nei quali cercherò di spiegare esaustivamente questi tre motivi fondamentali e le ragioni che hanno spinto Marcel a reagire alla tendenza positivistica dell’epoca, elevando la categoria dell’être in opposizione a quella dell’avoir. Questo per far vedere come il pensiero del francese si presenta, di volta in volta, come polemica antiscientista e antiriduzionistica, in primis, dell’esistente e poi dell’essere negli schemi logici del mondo dell’oggettualità e della tecnica. Così il merito di Marcel risiede proprio in questo: di aver riproposto, cioè, un’analisi metafisica compiuta che liberi il soggetto dalle fredde catene dello scientismo.
La dottrina del mistero ontologico lascia intravedere quella ricerca di Assoluto, da parte dell’esistente, che non può più configurarsi come ricerca razionale, bensì in una metodologia dell’inverificabile, che ha nell’amore, nella fedeltà e nella speranza i suoi costitutivi.
Alla fine di questo percorso capiremo perché il pensiero di Marcel è un pensiero della libertà; di un essere libero per un altro essere libero e come mai si può affermare che esso ha un intento liberatore.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6     1. Être et Avoir: l’essere in antitesi all’avere 1.1 Critica alle tendenze oggettivanti del pensiero contemporaneo Il carattere tipicamente asistematico della filosofia di Gabriel Marcel nasce, in primis, dalla critica di quell’atteggiamento della contemporaneità, proprio delle scienze, che egli stesso non esita a definire spettacolare. Esso è quell’aporia del razionalismo che, in ultima istanza, proponendosi come sapere “valido per tutti”, «sacrifica la singolarità irripetibile dell’esistente e l’incircoscrivibile trascendenza dell’Essere ad una astratta e vuota universalità di “oggetti” o di “funzioni” gravitanti intorno ad un ugualmente astratto ed iperbolico “Soggetto” che, per essere il soggetto di tutti o di “non importa chi” è in effetti il soggetto “di nessuno» 2 . Esso porta a due conclusioni necessarie: 1. Esclude dai confini della giustificabilità razionale ogni metafisica della persona e della trascendenza. 2. Tende a dissolvere, sminuire, snaturare e avvilire l’esistenza concreta del singolo individuo, un “Ich Denken” personale, in favore di un vuoto e freddo “io penso” in generale. Un pensiero, quello scientifico, che per sua stessa natura è estraneo ad ogni contributo personale e soggettivo, diremmo qui esistenziale: «il pensiero scientifico è estraneo all’esistenza, non tiene conto di me e della mia individualità. Lo scienziato prescinde da ogni apporto personale e mira all’evidenza                                                                                                                           2 P. Prini, Gabriel Marcel e la metodologia dell’inverificabile, Ed. Studium, Roma, 1977, p. 11.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi