Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'era virtuale - il fenomeno del sexting. Una ricerca empirica

Il progresso del web e la straordinaria crescita dei Social Network Sities (SNS) negli ultimi dieci anni ha portato ad un incremento della ricerca e ad un aumento di interesse pratico per tale fenomeno (Riedl, Kobler, Goswami, Krcmar, 2013). Sono state condotte ricerche incentrate sulle motivazioni per cui le persone entrano a far parte delle reti sociali online (Ellison, Steinfield, Lampe, 2007), sul rapporto tra le reti sociali online e offline e su come esse si influenzino tra loro (Oxendine, Borgida, Sullivan, Jackson, 2003; Ellison, Steinfield, Lampe, 2007) ed anche sulla condivisione di informazioni in rete (Wasko e Faraj, 2005; Brandtzæg, Luders, Skjetne, 2010).
Particolare modalità di scambio online è costituita dalla sempre più diffusa pratica del sexting. Il sexting consiste nella ricezione o nell’invio di messaggi o immagini sessualmente espliciti, condivisione che può avvenire tramite cellulare o siti di Social Network (Gordon-Messer, Bauermeister, Grodzinski, Zimmerman, 2012). Le ricerche svolte in tale campo sono perlopiù di tipo quantitativo ed esplorano la frequenza di tale fenomeno a seconda del genere o dell’età, senza esaminare particolarmente i risvolti personali e sociali che suddetta pratica potrebbe comportare (Cross, Richardson, Douglas, Von Kaenel-Flatt, 2009).
Il mio lavoro di tesi è dunque incentrato sullo studio dei Social Network Sities e del sexting in una prospettiva di psicologia di comunità, disciplina che promuove empowerment e benessere nei singoli individui e di conseguenza nell’intera collettività.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Il progresso del web e la straordinaria crescita dei Social Network Sities (SNS) negli ultimi dieci anni ha portato ad un incremento della ricerca e ad un aumento di interesse pratico per tale fenomeno (Riedl, Kobler, Goswami, Krcmar, 2013). Sono state condotte ricerche incentrate sulle motivazioni per cui le persone entrano a far parte delle reti sociali online (Ellison, Steinfield, Lampe, 2007), sul rapporto tra le reti sociali online e offline e su come esse si influenzino tra loro (Oxendine, Borgida, Sullivan, Jackson, 2003; Ellison, Steinfield, Lampe, 2007) ed anche sulla condivisione di informazioni in rete (Wasko e Faraj, 2005; Brandtzæg, Luders, Skjetne, 2010). Particolare modalità di scambio online è costituita dalla sempre più diffusa pratica del sexting. Il sexting consiste nella ricezione o nell’invio di messaggi o immagini sessualmente espliciti, condivisione che può avvenire tramite cellulare o siti di Social Network (Gordon-Messer, Bauermeister, Grodzinski, Zimmerman, 2012). Le ricerche svolte in tale campo sono perlopiù di tipo quantitativo ed esplorano la frequenza di tale fenomeno a seconda del genere o dell’età, senza esaminare particolarmente i risvolti personali e sociali che suddetta pratica potrebbe comportare (Cross, Richardson, Douglas, Von Kaenel-Flatt, 2009). Il mio lavoro di tesi è dunque incentrato sullo studio dei Social Network Sities e del sexting in una prospettiva di psicologia di comunità, disciplina che promuove empowerment e benessere nei singoli individui e di conseguenza nell’intera collettività. Nel primo capitolo, l’attenzione è rivolta al tema dei SNS, argomento quanto mai contemporaneo. Verrà infatti ripercorso il progresso tecnologico degli ultimi anni, con particolare attenzione al passaggio dal Web 1.0 al Web 2.0, che ha reso possibile la nascita di blog, forum e siti di Social Network (Floyd, Jones, Rathi, Twidale, 2007). Lo sviluppo dei SNS ha modificato in gran misura la vita quotidiana degli individui: essi sono diventati strumenti di comunicazione, di scambio, di informazione di massa, con un ruolo sempre più rilevante nella vita sociale, culturale ed economica di ogni Paese informatizzato (Rheingold, 2003). Tra i siti di Social Network

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Ilaria Carmen Lamonaca Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2607 click dal 07/04/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.