Skip to content

L'inserimento del personale infermieristico neo-assegnato al Servizio di Emergenza Territoriale 118

Informazioni tesi

  Autore: Graziano Croci
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie
Anno: 2008
Docente/Relatore: Aniello Lanzuise
Istituito da: Università Telematica Pegaso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

Nell'organizzazione la risorsa umana costituisce uno degli elementi fondamentali al buon andamento della stessa; se da un lato ogni nuovo assunto, nella fase iniziale, costituisce un fattore di spesa considerevole, dall'altro esso rappresenta un importante investimento a lungo termine per l'Azienda, pertanto si rende auspicabile l'elaborazione di un programma di inserimento per favorire l'opportuna gestione di tale risorsa.
La fase di inserimento, è un momento cruciale che segna in modo, spesso irrimediabile tutta la vita lavorativa (Costa, 1990). Nell'inserimento prende inizio un accompagnamento impegnativo, che nei mesi a venire, avrà lo scopo di condurre gradualmente il neo-assunto a quel livello di efficacia ed autonomia nell'esecuzione del lavoro che si può attendere da lui a percorso concluso (Auteri, 1992). Proprio per questo oggi è necessario che l'infermiere abbia un modello concettuale di riferimento che guidi il suo operato.
Il processo è particolarmente delicato quando si tratta di inserire infermieri in una unità di area critica, infatti il lavoro in questo settore è caratterizzato da un'alta complessità tecnica e relazionale. Urgenza ed emergenza non sono una accezione, ma rappresentano la quotidianità e pertanto sono richieste notevoli competenze, specifiche, nonché capacità organizzative e relazionali. Ad un infermiere del Sistema 118 sono richieste abilità altamente specialistiche che non può acquisire in altre realtà professionali.

L'attività di centrale operativa (ricezione delle chiamate di soccorso e gestione degli interventi) è di elevata complessità organizzativa e relazionale, pertanto richiede un periodo di apprendimento lungo. Per prestare un adeguato soccorso territoriale, invece, il professionista deve conoscere e saper affrontare molteplici situazioni patologiche, mostrando padronanza e sicurezza negli interventi assistenziali e nell'uso della strumentazione in dotazione nell'ambulanza.
Alla luce di quanto detto si capisce che per creare un processo di inserimento efficace e soddisfacente è necessario programmare ogni sua fase definendo preliminarmente obiettivi e responsabilità.
E' inoltre necessario che questo percorso sia sostenuto da una documentazione scritta in modo tale che: sia costantemente consultabile (da chi guida e da chi è guidato) e assicuri ugual trattamento a chi si deve integrare nella realtà operativa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 RASSEGNA DELLA LETTERATURA Nel famoso studio svolto dal CENSIS 2 su tutto il territorio nazionale nella prima metà del 1995, che ha coinvolto la professione infermieristica, viene denunciata, da parte del personale infermieristico, la sostanziale incapacità dell'organizzazione ospedaliera di coordinare ed armonizzare le diverse figure professionali, di rispondere in modo soddisfacente ai bisogni degli utenti e, ancor meno, a quelli degli infermieri che vi lavorano. Viene addirittura sottolineata una deficitaria utilizzazione delle risorse umane presenti nell'organizzazione: il 64,1% degli intervistati si dichiara, infatti, "molto" e "abbastanza" d'accordo con l'affermazione che "nella gestione si verificano sprechi di risorse umane" (soprattutto per quanto riguarda le dimensioni della professionalità e della motivazione). Nello studio emerge come la realtà del lavoro di tutti i giorni porti l'infermiere a verificare un'ampia divaricazione tra le sue aspettative personali e professionali e le concrete possibilità di sviluppo e di carriera offerte dal contesto lavorativo. In un'inchiesta promossa alcuni anni fa nell'Ospedale Cantonale di Mendrisio (Svizzera) che aveva lo scopo di comprendere le ragioni delle dimissioni degli infermieri, la maggioranza degli intervistati (82,8%) dichiara una parziale o mancata realizzazione delle aspettative al momento dell'inserimento professionale. Rispetto alle problematiche sollevate dalla criticità del periodo di inserimento lavorativo, a cui faccia da sfondo un contesto di lavoro sostanzialmente insensibile ai problemi dell'uomo al lavoro e agli aspetti organizzativi, come evidenziato più sopra, si 2 CENSIS, Centro Studi Investimenti Sociali. Una professione allo specchio.”L’evoluzione della professione infermieristica nel sistema Sanitario”. Milano: Franco Angeli, 1996

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

formazione
118
mentoring
personale infermieristico
servizio di emergenza urgenza
infermiere guida
management infermieristico
mintzeberg
infermieri
coordinatore infermieristico
caposale
ambulanza
soccorso

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi