Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Politiche contro la povertà: i Cash Transfers in Argentina

Le molteplici crisi che colpiscono i paesi in via di sviluppo possono avere effetti devastanti sia nel breve che nel lungo periodo. In questo contesto è di grande importanza la conoscenza dei fattori e delle strategie adottati dalle istituzioni internazionali e dai governi contro i rischi da esse derivanti.
Fra i mezzi a disposizione, all'interno delle politiche di protezione sociale, che hanno come fine la riduzione della povertà, vi sono i Cash Transfers. Questi, da un decennio a questa parte, sono al centro di un acceso dibattito in merito agli strumenti di sviluppo più adatti ad un'effettiva protezione sociale dei soggetti più vulnerabili. Essi rappresentano una forma di assistenza sotto forma di trasferimento di denaro contante, elargito in maniera diretta, grazie al quale gli individui in situazione di povertà ed indigenza possono migliorare le loro condizioni di vita. La presente tesi si incentrerà sulla regione Latinoamericana, in particolar modo sulla situazione argentina, per cercare di comprendere l'impatto di questi piani sulle famiglie. In altre parole, si cercherà di valutare se l'Argentina è stata in grado di migliorare la condizione di benessere, e quindi di ridurre la povertà, della popolazione attraverso l'utilizzo dei programmi di Cash Transfers.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 1. L’Argentina ed i Cash Transfers Le molteplici crisi che colpiscono i paesi in via di sviluppo possono avere effetti devastanti sia nel breve che nel lungo periodo. In questo contesto è di grande importanza la conoscenza dei fattori e delle strategie adottati dalle istituzioni internazionali e dai governi contro i rischi da esse derivanti. La ricerca di interventi volti ad aiutare la popolazione, ed in modo particolare le sue fasce più vulnerabili, risulta essere sempre più una priorità nell’agenda della comunità internazionale. Fra i mezzi a disposizione, all’interno delle politiche di protezione sociale, che hanno come fine la riduzione della povertà, vi sono i Cash Transfers. Questi, da un decennio a questa parte, sono al centro di un acceso dibattito in merito agli strumenti di sviluppo più adatti ad un’effettiva protezione sociale dei soggetti più vulnerabili. Essi rappresentano una forma di assistenza sotto forma di trasferimento di denaro contante, elargito in maniera diretta, grazie al quale gli individui in situazione di povertà ed indigenza possono migliorare le loro condizioni di vita. “I think these programs (Conditional Cash Transfer Programs) are as close as you can come to a magic bullet in development.... They’re creating an incentive for families to invest in their own children’s futures. Every decade or so, we 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Luca Condorelli Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 431 click dal 17/04/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.