Skip to content

La cavitazione nei distributori oleodinamici proporzionali

Informazioni tesi

  Autore: Alfredo Costa
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria meccanica
  Relatore: Riccardo  Amirante
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

La presente dissertazione si pone l'obiettivo di quantificare i fenomeni di cavitazione all'interno di un distributore oleodinamico proporzionale e valutarne i suoi effetti sulla portata smaltita, nonché, conseguentemente, sulle forze di flusso agenti sul cassetto.
Lo studio è stato compiuto al calcolatore per mezzo di simulazioni fluidodinamiche tridimensionali con l'ausilio di codici commerciali, in grado di risolvere e riprodurre il flusso all'interno della valvola.
L'idea di dedicarsi a questo tipo di studio nasce prioritariamente da un vuoto di conoscenza della letteratura scientifica relativa a tale argomento e dall'osservazione di alcune anomalie riscontrate nei risultati numerici ottenuti dalle simulazioni fluidodinamiche di distributori proporzionali. In particolar modo si osservava, nel modello fluidodinamico tridimensionale (3D) della valvola oggetto di precedenti attività del gruppo di ricerca del Politecnico di Bari, che l'andamento della pressione statica, all'interno del distributore, presentava delle piccole regioni con valori estremamente bassi tali da risultare, in qualche caso, addirittura negativi. Posta l'impossibilità di una simile soluzione, si è ipotizzato che, in queste zone del flusso, potessero verificarsi fenomeni specifici legati appunto a campi di pressioni locali molto bassi: l'ipotesi più verosimile è il propagarsi di zone di cavitazione che determinano la formazione di bolle di vapore all'interno del fluido a causa dell'abbassamento locale della pressione fino al raggiungimento della tensione di vapore del liquido, il quale subisce un cambiamento di fase, da liquido a gas, formando delle zone cave contenenti vapore in equilibrio con il liquido.
La scelta del distributore da simulare non è impattante sulle conseguenze teoriche che ne conseguono ed è ricaduta su una valvola ATOS modello DKZOR-T, in quanto già in dotazione, assieme alle sue specifiche geometriche, al laboratorio di Oleodinamica e Pneumatica della sezione di "Macchine ed Energetica" del Politecnico di Bari.
La complessità dei calcoli relativi alla simulazione 3D della valvola è stata affrontata con l'utilizzo di un prestante calcolatore, equipaggiato con un quadriprocessore a 4 GHz e 24 Mbyte di Ram, per mezzo del software di fluidodinamica computazionale (CFD) denominato ANSYS FLUENT v.14.
Il processo di simulazione fluidodinamica computazionale necessita di tre fasi principali:
- la fase di pre-processing, durante la quale viene definita la geometria dei condotti che interagiscono con il flusso, le condizioni al contorno e i modelli di calcolo;
- la fase di processing, in cui il calcolatore, tramite il software CFD, effettua il calcolo iterativo;
- la fase di post-processing, nella quale si analizzano i risultati ottenuti.
Nel presente lavoro di tesi sono state affrontate, in primis, le descrizioni del distributore oleodinamico e del fenomeno della cavitazione in maniera generale (capitoli 1-2). Successivamente l'attenzione si è focalizzata sulla modellazione CAD 3D della geometria della valvola, ottenuta col software Solid Edge 19, e sulla seguente creazione della griglia di calcolo in Gambit 2.4.6 (capitolo 3).
Nei capitoli 4 e 5 invece è stata esaminata la teoria computazionale fluidodinamica presente in ANSYS FLUENT alla base dei modelli di cavitazione (modelli multifase) e dei modelli di turbolenza, indicandone i limiti ed evidenziandone le differenze, con approfondimenti per i modelli scelti nelle simulazioni oggetto di questo studio.
Il capitolo 6 rappresenta una sorta di manuale piuttosto dettagliato per la definizione del modello di cavitazione in ANSYS FLUENT 14, con l'aggiunta della definizione delle condizioni al contorno, della definizione del fluido bifase (liquido e vapore) e dell'avvio del calcolo iterativo (fase di pre-processing e di processing).
Nel capitolo 7 vengono riportati i risultati ottenuti (fase di post-processing) al termine delle simulazioni e analizzate le grandezze significative quali pressioni, portate e velocità del flusso, la presenza e l'estensione di zone di cavitazione. Infine, vengono confrontati i risultati, in termini di portate e forze di flusso, ricavati dalle simulazioni implementate con il modello di cavitazione e quelli col semplice modello monofase utilizzato nel recente passato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE La presente dissertazione si pone l’obiettivo di quantificare i fenomeni di cavitazione all’interno di un distributore oleodinamico proporzionale e valutarne i suoi effetti sulla portata smaltita, nonché, conseguentemente, sulle forze di flusso agenti sul cassetto. Lo studio è stato compiuto al calcolatore per mezzo di simulazioni fluidodinamiche tridimensionali con l’ausilio di codici commerciali, in grado di risolvere e riprodurre il flusso all’interno della valvola. L’idea di dedicarsi a questo tipo di studio nasce prioritariamente da un vuoto di conoscenza della letteratura scientifica relativa a tale argomento e dall’osservazione di alcune anomalie riscontrate nei risultati numerici ottenuti dalle simulazioni fluidodinamiche di distributori proporzionali. In particolar modo si osservava, nel modello fluidodinamico tridimensionale (3D) della valvola oggetto di precedenti attività del gruppo di ricerca del Politecnico di Bari, che l’andamento della pressione statica, all’interno del distributore, presentava delle piccole regioni con valori estremamente bassi tali da risultare, in qualche caso, addirittura negativi. Posta l’impossibilità di una simile soluzione, si è ipotizzato che, in queste zone del flusso, potessero verificarsi fenomeni specifici legati appunto a campi di pressioni locali molto bassi: l’ipotesi più verosimile è il propagarsi di zone di cavitazione che determinano la formazione di bolle di vapore all'interno del fluido a causa dell'abbassamento locale della pressione fino al raggiungimento della tensione di vapore del liquido, il quale subisce un cambiamento di fase, da liquido a gas, formando delle zone cave contenenti vapore in equilibrio con il liquido. La scelta del distributore da simulare non è impattante sulle conseguenze teoriche che ne conseguono ed è ricaduta su una valvola ATOS modello DKZOR-T, in quanto già in dotazione, assieme alle sue specifiche geometriche, al laboratorio di Oleodinamica e Pneumatica della sezione di “Macchine ed Energetica” del Politecnico di Bari. La complessità dei calcoli relativi alla simulazione 3D della valvola è stata affrontata con l’utilizzo di un prestante calcolatore, equipaggiato con un quadriprocessore a 4 GHz e 24 Mbyte di Ram, per mezzo del software di fluidodinamica computazionale (CFD) denominato ANSYS FLUENT v.14. Il processo di simulazione fluidodinamica computazionale necessita di tre fasi principali:

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

fluent
cavitazione
simulazione fluidodinamica
multifase
modellazione 3d
oleodinamica
valvola proporzionale
cambiamento fase
tensione vapore
distributore idraulico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi