Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Proposta di adeguamento dell' impianto di depurazione di Pianodardine (AV)

Dinanzi alla necessità di modificare in qualche modo la qualità dell’ acqua vengono costruiti appositi impianti in cui si rimuovono da essa tutti i materiali ritenuti inquinanti. Il refluo viene trasportato attraverso una rete di drenaggio fino all’ ingresso del primo processo e da qui, per step successivi, viene rimossa una serie di sostanze inquinanti sino ad ottenere un determinato abbattimento di esse all’ uscita. In base alle caratteristiche che possiede la portata effluente vengono scelti e dimensionati i tipi di processo. Nulla varia di quanto detto se il sistema esiste già e bisogna prevederne un ampliamento a causa degli sviluppi futuri della popolazione come nel caso dell’ impianto comprensoriale del Partenio e dell’Alta Valle del Sabato sito nel Comune di Manocalzati a servizio dell’intero bacino citato comprendente 15 comuni: Avellino, Atripalda, Candida, Capriglia, Cesinali, Manocalzati, Mercogliano, Montefredane, Monteforte, Parolise, S.Potito, S. Michele di Serino, S. Stefano del Sole, S. Lucia di Serino, Serino, Consorzio ASI. Lo schema sostanzialmente di tipo tradizionale con trattamenti meccanici, ossidazione biologica a fanghi attivi e linea di digestione del fango, è stato realizzato sulla base di un progetto generale del 1976, portato avanti per lotti successivi

Mostra/Nascondi contenuto.
3 1 Introduzione Dinanzi alla necessità di modificare in qualche modo la qualità dell’ acqua vengono costruiti appositi impianti in cui si rimuovono da essa tutti i materiali ritenuti inquinanti. Il refluo viene trasportato attraverso una rete di drenaggio fino all’ ingresso del primo processo e da qui, per step successivi, viene rimossa una serie di sostanze inquinanti sino ad ottenere un determinato abbattimento di esse all’ uscita. In base alle caratteristiche che possiede la portata effluente vengono scelti e dimensionati i tipi di processo. Nulla varia di quanto detto se il sistema esiste già e bisogna prevederne un ampliamento a causa degli sviluppi futuri della popolazione come nel caso dell’ impianto comprensoriale del Partenio e dell’Alta Valle del Sabato sito nel Comune di Manocalzati a servizio dell’intero bacino citato comprendente 15 comuni: Avellino, Atripalda, Candida, Capriglia, Cesinali, Manocalzati, Mercogliano, Montefredane, Monteforte, Parolise, S.Potito, S. Michele di Serino, S. Stefano del Sole, S. Lucia di Serino, Serino, Consorzio ASI. Lo schema sostanzialmente di tipo tradizionale con trattamenti meccanici, ossidazione biologica a fanghi attivi e linea di digestione del fango, è stato realizzato sulla base di un progetto generale del 1976, portato avanti per lotti successivi. Il depuratore è attualmente composto da tre linee di trattamento dei liquami le quali prendono il nome delle imprese che le hanno realizzate; operativamente ci si riferisce infatti alle linee Putignano, Exim e Degrèmont.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alberto Preziuso Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 358 click dal 06/05/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.