Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela brevettuale nell'Unione Europea

Nel mio lavoro spiegherò come nell'epoca della globalizzazione il brevetto possa essere un fattore fortemente strategico in un'ottica di internazionalizzazione dell'impresa al punto da essere considerato un vero e proprio asset del suo stato patrimoniale.
Inoltre, dopo aver passato in rassegna le tappe che hanno portato alla creazione del cosiddetto Brevetto Europeo mi concentrerò nel dettaglio sul diritto che regola la materia brevettuale nell'Unione Europea e sulle procedure previste per il deposito.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Parlare di “invenzione” al giorno d’oggi sembra quasi una cosa fuori dal tempo. Questa parola ci fa pensare al passato, all’epoca dei grandi pensatori che cercavano di trovare risposte ai misteri della natura e che grazie al loro intuito, al loro genio e, perché no, anche ad un pizzico di fortuna o casualità, hanno fatto grandi scoperte e invenzioni giunte fino a noi. Basti pensare, per esempio, a James Watt che nel 1784 brevetta la macchina a vapore, o Alfred Nobel che inventa la dinamite nel 1867…o si può citare Alexander Bell che il 17 marzo 1876 deposita il brevetto numero 174,465 per proteggere "il metodo e l'apparato per trasmettere la voce od altri suoni telegraficamente...per mezzo di ondulazioni elettriche, simili, in forma, a quelle che accompagnano l'emissione della voce e dei suoni nell'aria", ovvero il telefono, o ancora Làszló Bíró che nel 1943 brevetta la penna a sfera. Queste sono solo alcune invenzioni che in un modo o nell’altro ci hanno cambiato la vita. Molte di queste sono state dei fatti casuali, ma, con il passare del tempo, i fenomeni sono stati sempre più oggetto di osservazioni e studi mirati alla scoperta ed all’innovazione, anche se inizialmente non esistevano delle vere e proprie leggi che proteggessero gli inventori e le loro idee. Storicamente parlando, gli avvenimenti fondamentali che hanno fatto emergere la necessità di regolamentare il mondo delle invenzioni, all’inizio riguardanti tra l’altro solo il settore meccanico, sono sostanzialmente due. Il primo è rappresentato, nel XVIII secolo, dalla rivoluzione industriale durante la quale in Europa si

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Sara Beatrice Polini Contatta »

Composta da 156 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 280 click dal 08/05/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.