Skip to content

Il Fondo librario Maria Rao di letteratura illustrata per ragazzi: dalla descrizione ad una ipotesi di restauro e valorizzazione

Informazioni tesi

  Autore: Maria Mondello
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Valorizzazione dei Beni archivistici e Librari
  Relatore: Simona Inserra
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 339

Differentemente dagli oggetti che decorano e arredano le case, i libri sono generalmente in uno stato di conservazione che è inversamente proporzionale all’interesse e all’affetto che è stato loro dedicato.
I libri per l’infanzia, fra tutti, sono quelli che più sono coinvolti in questo destino, anche perché, per il fatto stesso di essere illustrati, subiscono un utilizzo la cui ripetitività è correlata alla ricerca compulsiva da parte del piccolo fruitore, dello shock emozionale dato dall’accesso alla visione di una straordinaria realtà caleidoscopica, idealizzata o del tutto fantastica.
Realtà idealizzata e fantastica che nei primi decenni del Novecento, epoca storica cui appartiene la raccolta in esame, aveva nel manufatto grafico o pittorico la sua unica e irrinunciabile possibilità di essere efficacemente espressa.
Così la letteratura per l’infanzia, della prima metà del secolo trascorso, è tanto una storia di scrittori, quanto una storia di illustratori, in cui peraltro dietro trame esplicite e altrettanto esplicite sequenze di immagini si cela, in filigrana, lo spaccato più nascosto di un’epoca con i suoi miti valoriali e un suo sentimentalismo datato, ma innegabilmente tutt’ora coinvolgente, cui fa singolarmente da contraltare un fermento editoriale di grande vitalità e dinamismo che vide il sorgere e il tramontare di loghi storici, nella difficile e tragica temperie politico-culturale fra la fine dell’Italietta giolittiana, dissoltasi nell’immane olocausto del primo conflitto mondiale, e l’avvio e il turbolento consolidarsi dell’era fascista.
La letteratura per l’infanzia, nell’ambito del più ampio genere della narrativa, resta pertanto qualcosa che, o produce fenomeni che divengono dei classici senza tempo e a diffusione mondiale, o comunque fornisce prodotti che contestualizzati e storicizzati non sono meno interessanti di altri per inquadrare un’epoca nella sua aura culturale e sociale più autentica.
L’analisi del fondo librario di Maria Rao, per come svolta in questo lavoro, spero abbia saputo dimostrare ciò e, per tale motivo oltre che per l’intrinseco valore, anche di meritare il progetto di parziale restauro conservativo e di valorizzazione che è stato ipotizzato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 PREMESSA Le storie …. Rappresentano continui tentativi […] dell’umano lasciarsi tentare, appunto, da ciò che non si conosce e su cui si vorrebbe poter indagare, poter dire, poter immaginare. Tutte le storie prendono il via dal bisogno di andare oltre un mondo che venga inteso tutto già dato… […] Tutte le storie si occupano, non a caso, ostinatamente, di un caso particolare, che in se stesso, anche quando è paradigmatico, finisce per rimanere irripetibile ed eccezionale, così come lo sono, del resto, tutte quante le vite e le esperienze se osservate da vicino, con cura, curiosità, attenzione, anziché dall’alto di ogni generalizzazione. (Giorgia Grilli) L’idea di analizzare e studiare a fondo la piccola collezione di letteratura per l’infanzia, che qui cercherò di descrivere, è emersa casualmente, quando, in un giorno imprecisato di alcuni anni fa, animata dalla necessità di riordinare la cospicua biblioteca di famiglia, iniziai a sfogliare le pagine di alcuni libri che non avevo mai visto prima e che mia suocera, Maria Rao, scomparsa da alcuni anni , aveva posto, molti anni or sono, con grande cura, all’interno di grandi scatole poste nei tre palchetti bassi di una delle sette

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

letteratura illustrata per ragazzi
libri - conservazione
letteratura illustrata per ragazzi - valorizzazion
letteratura illustrata per ragazzi - esposizioni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi