Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

''Il sentiero dei sogni luminosi'' di Jasvinder Sanghera e il tema dei matrimoni combinati nel mondo indiano contemporaneo

Il lavoro prende in esame la triste condizione della maggior parte delle donne indiane le quali tutti i giorni devono lottare, a volte anche rischiando la vita, contro famiglie con valori troppo restrittivi e poco permissivi.
Il caso della Sanghera rappresenta l'eccezione perché riuscirà a riscattarsi diventando moglie dell'uomo che ama (dopo il matrimonio combinatogli dalla sua famiglia), mamma ma soprattutto donna impegnata nel sociale a sostegno di tante altre donne.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa Lo scopo di questo mio lavoro è introdurre il tema dei matrimoni combinati nell’India contemporanea attraverso l’analisi di un’opera letteraria: Il sentiero dei sogni luminosi, di Jasvinder Sanghera (Milano, Piemme Edizioni, 2010). Prima di descrivere contenuti, personaggi e finalità di questo libro, introdurrò appunto il tema di queste nozze forzate che ancora oggi, con estrema violenza, gravano su tante donne asiatiche. Dopo avere sostenuto alcuni esami in Indologia, ed avendo così analizzato la struttura sociale dell’India e la condizione della donna, ho deciso di provare ad esporre tali tematiche. La donna viveva e ancor oggi vive una condizione a dir poco difficile, e giudicarla è tuttavia complesso, in quanto la nostra mentalità occidentale è schiava di notevoli pregiudizi: prevale, infatti, la tendenza a giudicare la società indiana come arretrata ed immutabile ed estremamente legata alle tradizioni religiose. Di fatto, comunque, si può dire che dopo oltre 60 anni di lotte, ossia dall’indipendenza dell’India (1947) a oggi, la donna non gode di quei diritti che per noi occidentali sono quasi scontati, quali il diritto alla vita. Essere donna in India (ma anche fuori dell’India, come Il sentiero dei sogni luminosi ben illustra) significa essere vittima di un sistema di tipo patriarcale nel quale il potere e la facoltà di decidere è spesso tuttora una prerogativa esclusivamente al maschile. Il desiderio di rendere la donna parte attiva nella sfera decisionale dello stato e di salvaguardare i loro diritti è scarsamente riflesso nella società, anche se nella Costituzione sono presenti i principi di uguaglianza, libertà e giustizia sociale. La carta fondamentale dello stato indiano non

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giuseppina Manfreda Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 345 click dal 27/05/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.